A Termini Imerese, Lercara Friddi, Montemaggiore Belsito, Caccamo, Alia, Chiusa Sclafani e altri comuni del comprensorio, l’ATO1 intima il pagamento delle bollette relative al servizio idrico e Unione dei Consumatori avvia un’azione collettiva per ridurne i costi ad ogni utente

In questi giorni, l’ATO1 Palermo, Ente in liquidazione coatta amministrativa, ha inviato ai cittadini Lercaresi numerose intimazioni di pagamento relative ai costi di gestione del servizio idrico per gli anni 2014-2015.
Gli utenti che hanno ricevuto gli avvisi lamentano bollette e conguagli particolarmente esosi. Altresì, non sarebbero specificate analiticamente le voci di spesa, ma verrebbe effettuato da un calcolo forfettario.
“Dopo un attento studio da parte della nostra consulta giuridica – dichiara il presidente dell’Unione dei Consumatori, Manlio Arnone – abbiamo deciso di avviare immediatamente un’azione collettiva, con l’intento di procedere ad un’unica richiesta di saldo e stralcio in favore di tutti gli utenti.

Tale azione, consentirà di ridurre significativamente il costo richiesto dal parte di ATO1.

 

Come aderire all’azione collettiva contro Ato1

PER GLI ABITANTI DI TERMINI IMERESE

  • contatta il nostro sportello di via Ignazio Capuano 14 (adiacente a via Piesanti Mattarella) dal Lunedi al venerdì dalle 09.00 alle 12.30 e dalle 15:30 alle 19.00.
  • Chiama il n. º 0916190601
  • invia una mail all’indirizzo info@unionedeiconsumatori.it

 

PER GLI ABITANTI DI LERCARA FRIDDI

  • contatta il nostro sportello via Luigi Ferrara 5 (ingresso alle spalle di piazza Duomo) il lunedì, mercoledì o venerdì, dalle 17.00 alle 19.00.
  • Chiama il n. º 3332319510
  • invia una mail all’indirizzo lercara@unionedeiconsumatori.it

 

PER GLI ABITANTI DEGLI ALTRI COMUNI

✉️ INVIA I TUOI DATI, TI RICONTATTEREMO