È partita la nuova campagna di ispezioni congiunte tra l’Autorità ed il Nucleo Speciale per l’Energia ed il Sistema Idrico della Guardia di Finanza, per verificare la corretta applicazione delle tariffe idriche 2012-2015 da parte dei gestori del servizio.

Il programma riguarda dieci gestori su tutto il territorio nazionale: con la delibera 432/2015/E/idr vengono avviate quattro verifiche, i cui obiettivi sono:

– il controllo dell’esattezza degli importi addebitati in bolletta;

– il rispetto degli obblighi di trasparenza delle fatture;

– la congruità dei dati trasmessi per la definizione delle tariffe;

– lo stato di realizzazione degli investimenti pianificati.

 

 

Con la delibera 433/2015/E/idr sono state poi stabilite ulteriori sei verifiche ispettive per alcuni dei gestori, compresi i Comuni, che non avendo rispettato tutti gli obblighi di trasmissione dei dati per la definizione della tariffa, si sono visti applicare dall’Autorità la riduzione della tariffa del 10% o il divieto di aumentare le tariffe applicate.