Il decreto Bersani del 1999 n. 79 ha permesso la liberalizzazione del Mercato elettrico consentendo una maggior competitività e una possibilità di scelta per gli utenti.

La nuova azienda, alla quale si decide di affidare i nostri consumi di luce e gas, si occupa direttamente del passaggio, ma può accadere che, nel periodo immediatamente successivo, arrivino due bollette, una dal vecchio venditore ed una da quello nuovo: in questo caso si parla di “doppia fatturazione”.

L’utente, in questo caso, deve prima di tutto accertarsi che una delle due non sia un conguaglio di chiusura contratto: la vecchia azienda di vendita dovrebbe, infatti, inviare la bolletta di ultimo consumo.

Se così non fosse deve fare richiesta di rettifica al venditore con cui non ha avuto alcun contratto di fornitura nel periodo di consumo oggetto della bolletta.

L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico ci informa entro quanto tempo deve essere eseguita la rettifica di doppia fatturazione:

 

Se il venditore ha effettivamente fatturato consumi relativi a un periodo in cui il cliente non era più suo cliente, deve provvedere alla rettifica di fatturazione ed eventualmente ad accreditargli le somme non dovute, già pagate, entro 20 giorni solari dalla data in cui ha ricevuto la richiesta scritta di rettifica di fatturazione.

Se l’importo da accreditare è superiore all’importo addebitato nella bolletta di fine rapporto, il credito deve essere versato al cliente con rimessa diretta.

Se il venditore effettua la rettifica dopo più di 20 giorni solari, deve accreditare sulla bolletta di chiusura del contratto un indennizzo automatico di 20 € se la rettifica arriva al cliente entro 40 giorni, di 40 € se arriva tra 40 e 60 giorni, di 60 € se arriva oltre 60 giorni.

 

Rivolgersi al servizio clienti telefonicamente non è sufficiente per richiedere la sospensione momentanea del pagamento delle fatture ed evitare l’interruzione del servizio nel caso in cui decidessimo di pagare il consumo solo ad un’azienda. In caso di problemi col nuovo operatore ci si può rivolgere alla nostra Associazione.