Ecco come rottamare le cartelle Equitalia o Riscossione Sicilia S.p.A.

Una delle maggiori novità contenute nel collegato Fiscale alla Legge di Stabilità 2018 è la riapertura della cd. rottamazione delle cartelle esattoriali, introdotta lo scorso anno con il decreto fiscale 193/2016, collegato alla Legge di Stabilità 2017.

Innanzitutto occorre dire che la rottamazione delle cartelle esattoriali è una misura fiscale prevista dal decreto legge n. 193/2016 che permette ai contribuenti di beneficiare di uno sconto per tutti i carichi affidati a Equitalia o Serit negli anni tra il 1° gennaio del 2000 e il 30 settembre del 2017.

La rottamazione può riguardare tutti i tributi (imposte, IVA, contributi previdenziali ed assistenziali) ivi conpresi i tributi locali (TARI, IMU, ecc), oltre che le contravvenzioni per violazione al codice della strada.

Entrando nel dettaglio della guida su come rottamare le cartelle equitalia, il “promesso risparmio” riguarderà le sanzioni e gli interessi di mora di tutte le cartelle fatta eccezione per le multe per le quali verranno scomputati interessi di mora e le maggiorazioni, ma dovranno comunque essere pagati, oltre al tributo base anche: gli interessi  successivi all’iscrizione al ruolo, gli aggi, le spese di procedure esecutive e di notifica della cartella.

Per effetto della proroga concessa a fine marzo dal Governo col Decreto Legge 27 marzo 2017 n. 36, il termine di invio della domanda di adesione alla rottamazione è fissato al 15 maggio 2018.

Modalità su come rottamare le cartelle Equitalia

Le somme iscritte a ruolo nel periodo compreso tra il dì 01.01.2017 e 30.09.2017 potranno essere rateizzate in cinque rate diluite nel biennio.

I versamenti delle rate dovranno coprire il 70% dell’importo totale nel primo anno e solo il 30% nel secondo anno. Nello specifico:

  • la prima rata (luglio 2018) dovrà coprire il 24% della somma dovuta;
  • la seconda rata (settembre 2018) dovrà coprire il 23% del dovuto;
  • la terza rata (ottobre 2018) dovrà coprire il 23% del dovuto;
  • la quarta rata (novembre 2018) dovrà coprire il 15% del dovuto;
  • la quinta rata (febbraio 2019) dovrà coprire infine il restante 15% del dovuto.

Invece, per quanto concerne i carichi affidati all’Agente della Riscossione tra il 01.01.2000 ed il 31.12.2016, la legge ha stabilito una rateizzazione massima in tre soluzioni:

  • 1° rata: Ottobre 2018 che dovrà coprire il 40 % del dovuto;

  • 2° rata: Novembre 2018 che dovrà coprire l’ulteriore 40 % del debito rottamato;

  • 3° rata: Febbraio 2019 pari al restante 20 % delle somme complessivamente dovute.

 

Le novità su come rottamare le cartelle equitalia:

Un’importante novità è che la rottamazione delle cartelle esattoriali è stata estesa anche ai contribuenti che non erano stati ammessi alla rottamazione a causa del mancato pagamento di tutte le rate scadute al 31 dicembre 2016 rientranti in piani di dilazione in essere al 24 ottobre 2016.

Vista l’estrema importanza dei termini di presentazione, è importante ribadire che per la rottamazione delle cartelle equitalia la domanda deve essere presentata entro il 15 maggio 2018  istanza  all’Agente della Riscossione.

Inoltre, con la presentazione dell’istanza si producono gli effetti della rottamazione e, pertanto, sono sospesi i termini di prescrizione e decadenza per il recupero dei carichi che sono oggetto di rottamazione.

Per i carichi compresi in piani di dilazione in essere alla data del 24 ottobre 2016, per i quali non risultano pagate tutte le rate degli stessi piani scadute al 31 dicembre 2016 l’agente della riscossione comunica al debitore:

  • entro il 30 giugno 2018, l’importo delle rate scadute al 31 dicembre 2016 e non pagate;
  • entro il 30 settembre 2018, l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione, nonché delle relative rate e il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse.

La rottamazione delle cartelle esattoriali può essere richiesta anche senza che risultino adempiuti i versamenti relativi ai piani rateali in essere.

Come rottamare le cartelle equitalia: come possiamo aiutarti

Se anche tu sei interessato alla rottamazione delle cartelle esattoriali Equitalia o Riscossione Sicilia S.p.a. (Agente della Riscossione), unisciti ad Unione dei Consumatori, diventa un consumatore consapevole e chiedi supporto ad uno dei nostri legali.

Ricorda che per gli associati Unione dei Consumatori la consulenza legale è un servizio totalmente gratuito: potrai rivolgerti a noi per ogni ulteriore informazione o dubbio.

Per assistenza ed informazioni, chiama il numero 091 6190601 oppure manda un messaggio sul nostro form: un consulente ti ricontatterà in breve tempo.