Nell’ipotesi di illegittima espropriazione a fini di pubblica utilita’, comunque previsti ragguardevoli risarcimenti

La Corte di Cassazione in una recente Sentenza ha stabilito che nel caso di Spossessamento Illegittimo, il Privato Cittadino debba essere congruamente risarcito o debba, la dove possibile, rientrare nel pieno possesso del bene sottoposto all’illegittimo provvedimento.

Infatti, nel caso non sia stato emesso per tempo un Decreto di Esproprio – o che il medesimo sia stato successivamente annullato – il Cittadino spossessato dal bene ha diritto a un congruo Risarcimento. Questo anche nel caso frequente che l’espropriazione sia stata determinata da motivi di Pubblica Utilità.