Torniamo oggi a parlarvi di estratti di ruolo e, in particolare, di contestazione multe Giudice di Pace per raccontarvi di un nostro grande successo che ha visto un’automobilista ottenere l’annullamento di sanzioni inerenti il Codice della Strada, oltre al rimborso delle spese legali.

Di seguito, vi raccontiamo come ci siamo mossi per arrivare a questo grande risultato e quali sono le ulteriori prospettive di riscatto per tutti i cittadini che si ritrovano a dover far fronte a una situazione simile a quella della nostra assistita.

 

Contestazione multe Giudice di Pace: i fatti

Dopo aver scoperto di avere alcuni insoluti con il fisco per multe risalenti al 1999, 2001 e 2003, preoccupata di subire eventuali azioni esecutive o procedure a tutela del credito, l’automobilista si è rivolta a Unione dei Consumatori per ottenere supporto e avviare una contestazione multe Giudice di Pace.

Assistita dall’avvocato Gianni Dario Giuffrè di Unione dei Consumatori, la donna ha citato in giudizio l’Agente di Riscossione per ottenere la nullità delle cartelle di pagamento.

 

Contestazione multe Giudice di Pace: l’esito della vicenda

Il Giudice di Pace di Termini Imerese le ha dato ragione e ha dichiarato prescritti i crediti condannando Riscossione Sicilia al pagamento delle spese di lite.

“Nel corso del giudizio per la contestazione multe Giudice di Pace – dichiara il presidente dell’Unione dei Consumatori Manlio Arnone – Riscossione Sicilia ha chiesto la inammissibilità dell’azione in ragione della asserita non autonoma impugnabilità degli estratti di ruolo”.

“Nel contempo – prosegue – produceva, tra le altre, distinte di notificazione a mezzo posta privata. Il nostro legale, però, ha fondato il presupposto giuridico sul principio della autonoma impugnabilità degli estratti di ruolo, ribadito da recentissime sentenze della Corte di Cassazione, difatti i Giudici devono comunque sottoporre al vaglio l’eccezione di prescrizione, verificare se dopo la notifica delle cartelle esattoriali (anche regolarmente notificate) sia nuovamente decorso il termine di prescrizione quinquennale”.

“E ancora –  conclude – sulle stesse notifiche effettuate tra l’altro da servizi postali privati, abbiamo eccepito la legittimità delle stesse secondo il principio conclamato dalla giurisprudenza cui nessuna notifica può essere effettuata da poste private se non previo rilascio di apposita licenza”.

“Ci riteniamo soddisfatti del risultato conseguito che potrà permette ad altri contribuenti di annullare debiti risalenti e/o erroneamente notificati dall’Agente della Riscossione” – dichiara l’avvocato Gianni Dario Giuffrè.

 

Contestazione multe Giudice di Pace: come possiamo aiutarti

Hai tentato più volte ma invano di effettuare una contestazione multe Giudice di Pace?

Rivolgiti a Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra grande famiglia per far valere i tuoi diritti quotidianamente! Sempre al servizio del cittadino, la nostra Associazione annovera tra i principali obiettivi la difesa dei diritti dei consumatori che – nel caso specifico – supporta attraverso una valutazione celere della documentazione in tuo possesso.

Per avere dettagli sul tema dell’impugnazione estratti di ruolo o per ulteriori informazioni, invia un messaggio sul nostro form o, se preferisci,contattaci ai numeri 091 6190601 e 370 1220734 (solo Whatsapp).

Un nostro consulente di ricontatterà in tempi brevi.