Rispetto a molti anni fa il ritardo dei voli è certamente diminuito, anche se ancora oggi può capitare che il nostro volo venga posticipato non solo di qualche ora, ma anche di giorni. Questi ritardi possono essere causati da vari imprevisti: dal guasto meccanico, alle condizioni meteorologiche che non permettono la partenza del nostro veivolo. Il tutto ci porta ad estenuanti attese e, spesso, a non ricevere le dovute informazioni specifiche su quando effettivamente il volo partirà. Ecco cosa fare in caso di danno da ritardo aereo.

Cosa fare quando il nostro volo è in ritardo?

Se il ritardo dovesse consistere in un paio di ore di posticipo e non si ha l’urgenza di arrivare, il consiglio è certamente quello di stare calmi ed aspettare tranquillamente la partenza del volo, senza dare in escandescenze e rovinare così il viaggio anche agli altri passeggeri.

Nel caso in cui invece il ritardo sia prolungato – quindi oltre le due ore – e, soprattutto se non non riusciamo a ricevere informazioni esaurienti del perché dal Personale dell’aeroporto, potremo avvalerci della Carta dei Diritti del passeggero che si occupa della tutela del viaggiatore aereo; in funzione di quanto previsto nella stessa, avremo diritto a ricevere assistenza!

Questa consiste, nello specifico:

  • pasti e bevande, in funziona della durata dell’attesa;

  • sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;

  • trasferimento dall’aeroporto all’albergo, e viceversa;

  • due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail;

  • rimborso del biglietto e volo di ritorno al luogo iniziale di partenza, se il ritardo supera le cinque ore e il passeggero decide di non continuare il viaggio.

E’ bene sapere che, nel caso in cui dovessimo trovarci in presenza di passeggeri con mobilità ridotta, questi – con eventuali accompagnatori – o eventuali bambini non accompagnati, hanno diritto alla precedenza nel ricevere l’assistenza dovutaci.

Questo genere di assistenza viene riconosciuto nella seguente casistica di ritardi:

  • due, o più ore, per tutte le tratte aeree pari o inferiori a 1.500 km;

  • tre, o più ore, per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1.500 km e per tutte le altre tratte aeree comprese tra 1.500 e 3.500 km;

  • quattro, o più ore – per le tratte più lunghe di 3.500 km – al di fuori dell’Unione Europea.

 

Quanto spetta ai passeggeri di rimborso, per ritardo volo?

Nei casi di danno da ritardo aereo, la Compagnia è obbligata a corrispondere al passeggero un indennizzo monetario – in una misura relativa alla lunghezza della tratta aerea – che corrisponde a:

  • 250,00 € per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1.500 chilometri;

  • 400,00 € per tutte le tratte aeree intracomunitarie, superiori a 1.500 chilometri, e per tutte le altre tratte comprese tra 1.500 e 3.500 chilometri;

  • 600,00 € per le tratte aeree che non rientrano nei primi due punti, sopra elencati.

 

Cosa fare per richiedere risarcimento per ritardo volo in caso di  danno da ritardo aereo

Se hai subito un danno da ritardo aereo e rientri in una casistica tra quelle sopra elencate puoi rivolgerti a Unione dei Consumatori e far valere i tuoi diritti.

Scarica quindi i moduli di reclamo sul nostro sito per richiedere un risarcimento economico e segui tutte le istruzioni:

  • valutiamo il tuo caso, offrendoti orientamento e consulenza gratuiti;

  • ti informiamo su come far valere i tuoi diritti e come ottenere l’indennizzo economico per il danno subito;

  • ti assistiamo nella compilazione del reclamo da fare e sulle modalità necessarie alla sua presentazione;

  • mettiamo al tuo servizio professionisti specializzati, in grado di risolvere la problematica;

  • ti seguiamo passo dopo passo nella vicenda, sia in ambito stragiudiziale (conciliazione) che in fase giudiziale, se necessario.

Per ricevere informazioni o assistenza chiama ai nr. 091 61 90 601 – cell. 370 1220734 (anche whatsapp), oppure manda un messaggio sul nostro form: un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo.