Arrivano i primi ripristini dopo le istanze presso l’organo di conciliazione dell’Unione dei Consumatori a seguito dei disservizi telefonici causati dall’incendio del giugno del 2016, che ha colpito in maniera devastante il territorio e che ha interessato i comuni di Cefalù, Collesano, Lascari e Gratteri.

Sono cinque le utenze già riattivate da Tim, Wind e Vodafone, nelle contrade Mollo e Campella nel comune di Cefalù.

“Abbiamo riscontrato – dichiara il presidente dell’Unione dei Consumatori Manlio Arnone – un’apertura bonaria degli operatori sia per l’annullamento delle fatture aventi ad oggetto il periodo di interruzione dei servizi, sia per il riconoscimento economico per i disagi occorsi, una azione collettiva potrebbe portare ottimi risultati in termini di indennizzo anche se a causare il disservizio non è stata la compagnia telefonica”.

In tanti dopo aver avuto la linea riattivata non hanno più avviato le pratiche per richiedere gli indennizzi, ma è possibile ancora poter reclamare e richiedere l’annullamento delle fatture e i relativi indennizzi.

Chi vuole può contattare l’Associazione alla mail: telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it o telefonare al numero 091 8439038