Da oggi, per chi è stato inadempiente, è possibile ottenere nuovamente la rateizzazione per il pagamento dei debiti .

Con l’entrata in vigore del decreto Milleproroghe, approvato qualche giorno fa, si favorisce coloro che vogliono mettersi in regola con Equitalia.

Chi, infatti, pur avendo chiesto una rateizzazione delle cartelle esattoriali, non l’ha rispettata, può chiedere, fino al 31 luglio, una nuova dilazione di pagamento, nonostante sia decaduto dalla precedente rateizzazione con scadenza 31 dicembre 2014.

Questa seconda opportunità permetterà a molti di evitare pignoramenti, espropriazioni e ipoteche.

Le condizioni della nuova rateizzazione sono le seguenti:

  • può protrarsi al massimo per sei anni;
  • non può essere seguita da un’altra ulteriore proroga;
  • con il mancato pagamento di due rate si decade dalla rateizzazione

Gli interessati dovranno presentare domanda a Equitalia, senza dovere produrre alcuna documentazione.

Il massimo delle rate mensili è di 72 e l’ammontare minimo è di 100,00 euro ciascuna. Nel caso di un pignoramento in corso, si può bloccare l’azione esecutiva dopo il pagamento della prima rata.