L’estinzione mutuo prima casa è un argomento che stimola l’interesse di molte persone, come ad esempio quello dei giovani che hanno acquistato un immobile in vista delle nozze.

In realtà, chi decide di richiedere un mutuo, solitamente ipotizza di protrarre il finanziamento per un numero di anni stabilito nel piano di rimborso, a seconda delle proprie esigenze e delle proprie possibilità economiche.

A volte, però, le cose cambiano e può essere necessaria o utile l’estinzione totale o parziale di un mutuo.

Vediamo allora tutto quello che c’è da sapere sull’estinzione mutuo prima casa, quando conviene e come muoversi per non rischiare di prendere cantonate.

 

Estinzione mutuo prima casa: cosa prevede la legge

Hai comprato una casa e vuoi sapere quali sono i vantaggi di estinguere un mutuo? Trattandosi di una tematica piuttosto delicata e complessa, ti suggeriamo innanzitutto di informarti bene così da evitare di fare passi falsi.

In via generale, in base a quanto disciplinato dal Codice civile, chiunque riceva somme di denaro in prestito, ha il diritto di rimborsare – prima della scadenza indicata nel contratto – tutto o solo una parte del finanziamento ricevuto.

Nel primo caso, si dà luogo a un’estinzione anticipata completa, nel secondo l’estinzione mutuo sarà parziale.

Con questa seconda fattispecie, che rileva anche nel caso di estinzione mutuo prima casa, il mutuatario decide di pagare solo una parte del mutuo residuo, andando così a spalmare l’importo sul debito rimasto.

 

Estinzione mutuo prima casa: le novità

 Valutare se l’estinzione mutuo prima casa convenga o meno è di fondamentale importanza. Abbiamo spesso sentito parlare, infatti, dell’obbligo di pagamento di una penale a carico di chi voglia estinguere un mutuo.

In realtà, è opportuno fare una distinzione: se per i mutui sottoscritti al 2 febbraio 2007 vigeva la clausola dell’obbligo di pagamento di una penale qualora si fosse optato per l’estinzione, ciò non vale per quei contratti firmati a partire dal 2 febbraio 2007.

A seguito di una direttiva dell’Unione Europea che lasciava agli Stati la facoltà di autorizzare o meno gli istituti di credito a chiedere, in caso di estinzione mutuo anticipata, un indennizzo a copertura di quella parte di costi fissi sostenuti per acquisire il contratto e per la stipula del mutuo non ancora ammortizzati, l’Italia ha adottato una normativa, nel 2016, che tutela il consumatore a 360 gradi.

Nonostante ciò, ad oggi, molti istituti di credito continuano ad operare in modo non del tutto conforme alla legge, subordinando l’estinzione mutuo anticipata all’autorizzazione della loro sede centrale.

 

Estinzione mutuo prima casa: come possiamo aiutarti

Vuoi sapere di più sull’estinzione mutuo prima casa?

Rivolgiti a Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra grande famiglia per far valere i tuoi diritti quotidianamente!

La nostra Associazione – specializzata nell’assistenza on line – ha già supportato tanti consumatori nella verifica dell’estinzione anticipata mutuo e nell’estinzione anticipata di un finanziamento.

Per tutelarti da eventuali abusi, Unione dei Consumatori ti supporta attraverso la Campagna Nazionale sui mutui e finanziamenti, alla quale potrai accedere con un tesseramento a contributo libero.

Per avere dettagli sul tema o per ulteriori informazioni, invia un messaggio sul nostro form o al 370 1220734 (solo Whatsapp).

Un nostro consulente di ricontatterà in tempi brevi.

Se sei un nostro associato, contattaci ai numeri 091 6190601.