Da una recente pronuncia della Suprema Corte si evince un importantissimo principio giuridico che pone fuori l’IRAP dal calcolo della Soglia di Punibilità nel caso di Infedele Dichiarazione dei Redditi.

La Corte di Cassazione ha infatti stabilito che l’evasione del Tributo Regionale non concorre a determinare il calcolo inerente la soglia oltre la quale una Dichiarazione Infedele configura un Reato Penale, in quanto la stessa, non rientrando tra le Imposte sui Redditi, conseguenzialmente non concorre al superamento della Soglia di Punibilità.