Le persone affette da patologie molto gravi ed invalidanti possono chiedere che gli vengano riconosciuti i benefici dell’invalidità civile. Infatti lo Stato, una volta riconosciuta la condizione di invalidità del cittadino, deve erogargli prestazioni socio-sanitarie oppure economiche. La legge italiana definisce come invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni, sia congenite che acquisite. In questa macrocategoria ci sono poi diverse distinzioni da fare, in base alle quali cambiano diritti e benefici dell’invalidità civile.

Come ottenere il riconoscimento dello stato d’invalidità ed accedere alle agevolazioni per invalidità civile?

Si può usufruire dei benefici dell’invalidità civile presentando domanda all’Inps. Per presentare la domanda è necessario essere in possesso di una previa certificazione medica e la visita preliminare, che attesti la condizione invalidante, deve essere effettuata da un medico abilitato. A questo punto si può trasmettere la domanda all’Inps; ma questi passi ancora non garantiscono l’ottenimento dei benefici dell’invalidità civile. Si verrà infatti convocati da una Commissione ASL per una visita medica di accertamento e nella suddetta Commissione sarà presente anche un medico Inps. Attenzione al fatto che la domanda per essere riconosciuti invalidi e per ottenere agevolazioni per invalidità civile può essere presentata esclusivamente per via telematica, ovvero online! Se non si possiede il pin dell’Inps o se si non è certi di come inoltrarla, è meglio essere assistiti e guidati nel procedimento da un CAF. Inoltre per la certificazione medica da inviare all’Inps non si può scegliere un medico qualsiasi, che deve essere presente all’interno di una lista Inps di medici che hanno l’autorizzazione a certificare le condizioni di invalidità. Se la visita medica della Commissione ASL accerta la condizione invalidante, la Commissione dovrà fornire un verbale che stabilisce:

  • la patologia
  • lo stato d’invalidità
  • la percentuale d’invalidità

Con questo verbale si può già accedere alle agevolazioni per invalidità civile.

 

Pensione e invalidità civile agevolazioni

La pensione è uno dei benefici dell’invalidità civile. La pensione d’indennità civile Inps ha anche un suo tratto distintivo perché non richiede che vengano versati i contributi. La pensione di inabilità, invece, è quella che viene concessa a chi non è in grado di svolgere nessuna attività lavorativa, a causa della gravità della patologia.

Sebbene, la pensione d’invalidità civile può essere richiesta da persone di tutte le età, questa costituisce un fattore di differenziazione al fine delle agevolazioni per invalidità civile.

Infatti, per soggetti in età compresa tra 18 e 65 anni è previsto l’assegno d’invalidità; invece per i minori o per i cittadini che hanno oltrepassato i 65 anni vi sono altri tipi di agevolazioni. Per tutte le persone maggiorenni ed entro i 65 anni di età l’invalidità viene sempre espressa in percentuale. Ma non vi è solo il caso della pensione; vi sono anche altri benefici dell’invalidità civile, come ad esempio:

  • esenzione ticket;
  • precedenza nella scelta della sede a seguito vittoria concorso pubblico;
  • indennità di accompagnamento.

Cosa fare se il verbale INPS è di diniego del riconoscimento all’invalidità civile?

Nel caso in cui la commissione esaminatrice abbia deciso per un diniego alla richiesta si può fare ricorso entro sei mesi dal ricevimento del verbale.

In questi casi è bene prima fare valutare la propria documentazione medica per capire se il rifiuto è leggitimo oppure no.

A seconda dunque delle patologie e della percentuale di invalidità, si possono esercitare i propri diritti in modo diverso. In campo: invalidità civile agevolazioni c’è un’ampia materia che va compresa ed analizzata.

 

Cosa puoi fare per usufruire dei benefici dell’invalidità civile

Il consiglio è quello di rivolgersi allo staff di Unione dei Consumatori per ottenere una valutazione gratuita della documentazione medica e dell’opportunità di fare ricorso, entra nella nostra famiglia e richiedi assistenza per far valere i tuoi diritti.

Per informazioni o consulenza puoi contattarci al n. 091 9767830091 8439038. In alternativa puoi lasciare un messaggio nel nostro form di contatto e sarà premura di un nostro consulente ricontattarti in tempo breve!