Sussiste il rischio di sospensione dei servizi idrici e elettrici condivisi anche per il condomino virtuoso

La Suprema Corte ha in una recente Sentenza stabilito che, malgrado la correttezza e puntualità dei pagamenti, anche il Condomino esente da morosità non viene tutelato nel caso di inadempienza del Condominio nei pagamenti delle Forniture Idriche e Elettriche, eventualmente condivise.

Infatti, il rapporto di fornitura e le eventuali Morosità inerenti sono comunque da riferirsi esclusivamente all’Amministratore di Condominio in qualità di rappresentante della Collettività di Condomini.

In conseguenza di questa Sentenza, il Condomino o i Condomini incolpevoli non potranno comunque ricorrere all’Ex Art.700 del Codice di Procedura Civile al fine di opporre opposizione all’eventuale Provvedimento di Sospensione del Servizio messo in atto dall’Ente Erogatore.