Le spese di adeguamento dell’impianto ascensoristico sono attribuibili soltanto sulla scorta di una delibera unanime

In assenza di un Regolamento Contrattuale o dell’Approvazione all’Unanimità Assembleare, gli oneri derivanti dall’adeguamento dell’Impianto Ascensoristico a un altro piano dell’edificio non sono ripartibili in base al criterio delle Quote Millesimali.

Infatti, in forza a una recente Sentenza ( n.6782/2015 emessa dalla 5°Sezione Civile del Tribunale di Roma ) le opere di adeguamento dell’impianto sono da attribuire integralmente ai proprietari delle unità immobiliari servite dall’intervento di adeguamento.