Le ingiurie e le minacce proferite dal dipendente al datore di lavoro legittimano il licenziamento per giusta causa

La Suprema Corte, ha di recente promulgato una Sentenza che sancisce la Legittimità del Licenziamento per Giusta Causa nel caso il Dipendente proferisca frasi o parole Minacciose o Ingiuriose nei confronti del Datore di Lavoro.

Questo comporta anche l’assenza dell’altrimenti dovuto Preavviso del Datore, per altro sono ritenute valide e ammissibili le Testimonianze prodotte non soltanto dagli altri Dipendenti, ma anche da eventuali Soci Parenti della Persona Ingiuriata o Minacciata.