Prosegue la vicenda dell’azione collettiva promossa da Unione dei Consumatori, volta alla contestazione di cartelle esattoriali riguardanti multe che i cittadini di Palermo e provincia asseriscono di non aver mai ricevuto.

Vedersi recapitate delle cartelle esattoriali non è cosa di poco conto per un comune cittadino. Pensiamo ad esempio a una multa di autovelox – mai pervenuta – che il cittadino non pagherà mai per il semplice fatto di non esserne venuto a conoscenza.

Come se non bastasse, trascorsi sessanta giorni dalla data di scadenza del pagamento, la quota da versare ammonterà al doppio e comporterà altresì una nuova sanzione per via della mancata comunicazione dei dati del conducente. Continuando nelle ipotesi, se anche la seconda multa non dovesse essere recapitata, ecco che – stavolta, con cartella esattoriale – l’ammontare dei verbali sarà ulteriormente duplicato.

Multe con vizio di notifica, pioggia di cartelle esattoriali: la vicenda del consorzio Olimpo

Lo scorso anno, la nostra Associazione ha depositato il primo ricorso collettivo contro Comune di Palermo e Serit, impugnando le cartelle di pagamento di quelle multe che, emesse tra il 2011 e il 2015, risultavano viziate perché notificate da un centro postale privato: il Consorzio Olimpo.

Nonostante il Comune di Palermo, si sia costituito in giudizio, il profuso impegno di Unione dei Consumatori ha generato un cambio di rotta: oltre ad avere annullato integralmente le cartelle di pagamento, il Giudice di Pace ha condannato il Comune alla soccombenza nelle spese di lite.

Tuttavia, poichè al peggio non c’è mai fine, mentre da qualche giorno il Comune ci comunica che sta provvedendo ai pagamenti in favore dell’Associazione, Serit ha ripreso a inviare nuove cartelle esattoriali.

Multe con vizio di notifica, pioggia di cartelle: una breve guida in punti

Per fornire ampia tutela ai cittadini, Unione dei Consumatori mette a disposizione una breve guida sui comportamenti da adottare nel caso in cui si ricevano cartelle esattoriali intimanti pagamenti di ingenti quote:

1. Come prima cosa, recati presso il Comando dei vigili urbani di via Dogali 1, a Palermo e richiedi l’istanza di accesso agli atti dei verbali contenuti in cartella, comprensivi delle relative evidenze di notifica.

2. Prendi appuntamento al numero 091 6190601 per una verifica completamente gratuita della cartella e dei documenti derivanti dall’istanza di accesso agli atti (nel caso in cui l’istanza di accesso non fornisse i documenti entro i 30 giorni dalla notifica ti invitiamo a comunicarcelo prontamente, onde evitare di fare scadere i termini del ricorso) ed attendi (o richiedi) la fissazione di un incontro con un nostro consulente – prima della scadenza processuale – così da permetterci un adeguato studio del caso e la redazione accurata del ricorso.

Multe con vizio di notifica, pioggia di cartelle esattoriali: cosa possiamo fare per te

Sempre attiva sul territorio, Unione dei Consumatori annovera tra i principali obiettivi la difesa dei diritti dei consumatori che – nel caso specifico – supporta attraverso una valutazione a costo zero della documentazione.

Per ulteriori info, contattaci ai numeri 091 6190601 – 370 1220734 (anche whatsapp), oppure ad invia un messaggio sul nostro form, così da essere ricontattato in breve tempo.