I contratti di lavoro possono determinare una differenza di tempo di preavviso fra licenziamento e dimissioni

La Suprema Corte ha sancito il principio in base al quale la durata prevista dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro può essere lecitamente derogata dalle parti.

Infatti, una eventuale Clausola esistente sul Contratto di Lavoro stipulato fra le parti, volto a determinare tempi di Preavviso differenti inerentemente il Licenziamento o la comunicazione di Dimissioni, è da ritenersi legittima.