Citabile soltanto il concessionario del servizio di riscossione e non l’ente creditore in caso di impugnazione dell’ipoteca iscritta

La Commissione Tributaria Regionale di Roma ha sancito in una recente Sentenza che, nel caso di Controversia derivante da vizi propri della Cartella di Pagamento, l’opponente deve citare soltanto l’Ente di Riscossione e non l’Ente Creditore.

In ogni caso la nullità degli Atti Tributari vanno fatte inderogabilmente valere entro e non oltre il termine di 60 Giorni dalla Notifica dell’Atto Tributario Prodromico.