Ammissibile il ricorso in autotutela, inoltrato dal contribuente all’agenzia delle entrate

Una recente Sentenza della Commissione Tribunale Regionale di Palermo ha stabilito l’importantissimo principio della Non Facoltatività da parte dell’Agenzia delle Entrate di Annullare Atti violanti le Regole di Imparzialità e Correttezza.

La Commissione Tributaria ha infatti sancito l’obbligatorietà da parte dell’Agenzia delle Entrate di provvedere all’annullamento dell’atto viziato dall’assenza dei summenzionati presupposti.

Ne consegue, quindi, che i Contribuenti raggiunti da Accertamenti divenuti definitivi e conseguenzialmente Non Impugnabili innanzi al Giudice Tributario possono comunque presentare Ricorsi in Autotutela che, anche nel caso di un eventuale diniego di annullamento, possono essere ulteriormente appellati davanti il Tribunale.