Nel caso del bollo auto, non vale il pricipio del doppio termine di notifica. E’ fatto obbligo, infatti, che l’atto deve necessariamente giungere a conoscenza del destinatario prima che sia decorso il termine di prescrizione. Il bollo auto si prescrive dopo il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento. L’eventuale cartella notificata dopo tale termine è NULLA perchè l’oggetto è un debito prescritto, quindi non più esigibile. Bisogna comunque chiarire a quale data bisogna riferirsi per capire se il tributo è prescritto o meno. La risposta è data dalla Commissione Tributaria di Cosenza che, con sent. 1711 012015, chiarisce i termini di notifica e la relativa prescrizione, per la quale  va attenzionata la Data di Ricezione da parte del destinatario e quella di spedizione da parte di Equitalia. Di norma, nella notifica a mezzo posta vale il principio del cosiddetto Doppio Temine di Notifica (Cort. Cost. sent. n4772002), secondo il quale vi sono Due Momenti perfezionativi della notifica: uno riguarda il notificante, l’altro il destinatario. Specificando, La notifica per il Mittente si perfeziona nel momento in cui il plico viene consegnato dall’ufficiale giudiziario o all’ufficio postale; per il Destinatario si perfeziona quando questi Riceve l’Atto, o è nella condizione di riceverlo. La Cassazione (sent. 93022012 n° 268042013) ha precisato che questo principio si deve ritenere applicabile solo quando i termini di Notifica degli Atti Tributari siano previsti a Pena di Decadenza e non quando sono previsti a pena del diritto di recuperare il credito. Quindi, se Equitalia deve notificare una cartella entro il termine di decadenza il termine si considera rispettato anche se la consegna della cartella viene effettuata l’ultimo giorno utile e l’atto giunge a conoscenza del destinatario oltre il termine di decadenza del suddetto. Invece se il termine di notifica è previsto a pena di Prescrizione, è necessario che la cartella giunga al destinatario entro tale termine. Nel nostro caso, quindi, Equitalia non potrà consegnare il plico all’ufficiale l’ultimo giorno utile perchè se viene recapitato al destinatario anche un solo giorno successivo il termine di prescrizione si considera ormai spirato, con conseguente nullità della cartella. In conclusione, solo nella ipotesi di decadenza espressa dalla legge si applica il doppio termine di notifica per Interruzione della Prescrizione, mentre occorre che l’atto giunga nella sfera di consegna o di conoscibilità del destinatario PRIMA della Prescrizione. Tenendo in esame il TERMINE TRIENNALE di PRESCRIZIONE per il recupero del bollo auto (art.5 del D.L.n° 95382), ne consegue che l’avviso deve arrivare ento il 31 Dicembre del terzo anno successivo a quello della tassa dovuta. Si rileva, ai fini del perfezionamento della notifica e della verifica del rispetto del termine di prescrizione del bollo auto, LA DATA DI RICEZIONE DELL’ATTO E NON DI SPEDIZIONE.