La procedura di conciliazione è disciplinata dalla delibera n. 203/18/CONS dell’Agcom e viene attivata nel caso di mancato rispetto delle norme legislative, delle condizioni contrattuali, delle carte dei servizi e, appunto, delle delibere dell’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

 

 

Conciliaweb e la risoluzione delle controversie

Grazie allo sviluppo tecnologico, ormai è possibile svolgere l’intero procedimento per via telematica, infatti, se vuoi presentare un’istanza al Co.re.com (Comitato Regionale per le Comunicazioni) devi accedere alla piattaforma Conciliaweb.

Qui puoi creare il tuo account e inserire l’istanza, così sarà generato un fascicolo elettronico con un numero identificativo. Da questo momento le parti possono consultare il fascicolo e saranno avvisate tramite mail o SMS ogni volta che si verifica un nuovo evento.

Entro 10 giorni dalla ricezione, il Co.re.com comunica se ritiene la domanda ammissibile oppure no. In caso negativo puoi rivolgerti alla giustizia ordinaria, se positivo si procede con la negoziazione diretta tramite piattaforma.

A seguito, quindi, di un accordo tra le parti il procedimento sarà archiviato, altrimenti si passa alla fase della conciliazione vera e propria, in presenza di un conciliatore dell’Autorità Garante.

 

Affidati ad Unione dei Consumatori

Le parti possono intervenire personalmente oppure farsi rappresentare da soggetti delegati, ed è proprio a questo punto che fa la differenza Unione dei Consumatori. Con diligenza e professionalità, infatti, ti aiuteremo ad accelerare la risoluzione del problema ed ottenere l’indennizzo economico che ti è dovuto per i disagi subiti.

L’esperienza del nostro team è sempre a disposizione di chi vede calpestati i propri diritti. Chiedici di più! 

Al termine di una conciliazione positiva, quindi, si firma l’accordo che conclude la controversia. Diversamente il conciliatore trasmetterà tramite verbale di esito negativo della conciliazione.

A questo punto puoi fare ricorso alla giustizia ordinaria o chiedere al Co.re.com la definizione della controversia. Devi però  rispettare la condizione per cui non siano decorsi più di tre mesi dalla data di conclusione del tentativo di conciliazione.