Quando non pagare l’IMU? Solitamente, Chi vuole acquistare un appartamento è portato a porsi una domanda prima di compiere il grande passo.

Vediamo dunque di rispondere a questa domanda cercando di capire:

  • cos’è l’IMU,
  • quali sono le scadenze
  • quali sono e le modalità di pagamento
  • chi sono i soggetti esenti.

 

 

Cos’è L’IMU

IMU è l’acronimo di Imposta Municipale Unica che ha sostituito la vecchia Ici, l’Irpef e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati.

Questa imposta è stata istituita anticipatamente ed in via sperimentale dall’art. 13 del Decreto Legge del 6 dicembre 2011, n.201, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n.214 e disciplinata dal medesimo articolo 13 e dagli articoli 8 e 9 del D.lgs. 14 marzo 2011, n.23.

Ulteriori modifiche si sono avute con la legge di Stabilità 2014 che ha abolito l’Imu sulla prima casa, eccetto alcuni casi.

l suo presupposto è il possesso di immobili riconducibili alle seguenti tre tipologie:

  • fabbricati;
  • area fabbricabile;
  • terreni agricoli.

 

Scadenze e modalità di pagamento

È il 17 giugno (non il 16, perché è domenica) il termine per i contribuenti per pagare l’acconto dell’Imu e della Tasi.

Il saldo è previsto per  16 dicembre, comprensivo di eventuali conguagli.

La cifra da pagare, in linea di massima, sarà uguale a quella dell’anno scorso: il 50% dell’acconto sul totale è infatti calcolata sui 12 mesi dell’anno precedente. È possibile anche pagare tutto in un’unica rata, sempre il 17 giugno (nel caso di cambiamenti, sarà chiesto un conguaglio).

Per procedere con il versamento dell’IMU, puoi decidere di utilizzare il modello F24 ordinario o semplificato oppure preferire il pagamento con bollettino postale.

 

Quando non pagare l’IMU: i soggetto esenti

Sono svariati i casi in cui non pagare l’IMU. In base alle novità apportate dalla Legge di Stabilità 2016, l’imposta non si paga sulla prima casa.

L’IMU non deve essere pagata in caso di possesso dell’abitazione principale e delle pertinenze della stessa, ad eccezione delle case di lusso (classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

Non pagare l’IMU è possibile anche nei casi di immobili equiparati per legge ad abitazione principale tra cui:

  • casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi incluse le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari (anche se non residenti)
  • fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali;
  • un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto da Forze Armate, Polizia, Vigili del Fuoco e Prefettura;
  • un unico immobile di proprietà di un cittadino italiano titolare di pensione residente all’estero e iscritto all’AIRE se l’immobile non è dato in affitto o comodato d’uso.

L’eventualità che, se sei proprietario di un immobile, possa chiederti quando non pagare l’IMU è assai frequente e, vista la complessità della materia, è sempre opportuno affidarti ad esperti del settore per ricevere supporto.

 

L’IMU sui terreni agricoli

La possibilità di non pagare l’IMU rileva anche per i terreni agricoli. L’imposta comunale non deve essere versate nei seguenti casi:

  • terreni ubicati nei Comuni presenti nella circolare n. 9/1993 del Ministero dell’Economia e Finanza;
  • terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli iscritti nella previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione;
  • terreni agricoli ubicati nei comuni delle isole minori (come disciplinato dall’allegato A annesso alla legge 28 dicembre 2001, n. 448);
  • terreni agricoli a immutabile destinazione agrosilvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.

 

Come possiamo aiutarti

Ti sei chiesto quando non pagare l’IMU, ma non sei certo al 100%?

Rivolgiti a Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra grande famiglia per far valere i tuoi diritti quotidianamente!

Sempre al servizio del cittadino, la nostra Associazione annovera tra i principali obiettivi la difesa dei diritti dei consumatori che – nel caso specifico – supporta attraverso una valutazione celere della documentazione in tuo possesso.

Per avere dettagli sul tema IMU o per ulteriori informazioni, contattaci sul nostro form o mandaci un messaggio su whatsapp al numero 370 1220734.

Un nostro consulente di ricontatterà in tempi brevi.

Se preferisci, contattaci ai numeri 091 6190601 e (solo Whatsapp).