Possibile rimborso per le “vittime” della RC auto gratis.

L’IVASS, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha chiesto alle compagnie di rimborsare gli automobilisti che hanno sottoscritto quelle polizze concesse gratuitamente per un anno all’acquisto di una nuova auto (leggi la News).

Sembrerebbe arrivare uno spiraglio di luce per tutti coloro che sono rimasti vittima di questa pratica ingannevole: comprare una nuova macchina e avere anche la polizza assicurativa in omaggio per il primo anno, al termine del quale, però, gli assicurati hanno scoperto di aver perso i benefici della classe di merito acquisiti prima.

La proposta avanzata dall’IVASS consisterebbe nel rimborsare la differenza già pagata da chi ha sottoscritto la polizza gratis e si è ritrovato con un premio maggiore senza aver fatto incidenti.

Quindi, chi ha già stipulato una polizza pagando un premio più alto rispetto a quelo di cui avrebbe potuto usufruire, potrà chiedere il rimborso alla compagnia assicurativa di cui è attualmente cliente, per non aver potuto beneficiare delle agevolazioni della legge Bersani nella stipula di un contratto assicurativo successivo.

Tale proposta dovrà essere valutata dall’Ania (l’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) e dalle associazioni dei consumatori.

Purtroppo, anche se le assicurazioni accettassero, per una legge del 1961, che prevede la restituzione solo del valore della polizza, escluse le imposte, potranno essere restituiti agli assicurati solo il 70% dell’importo.