Reclami Tim – Telecom: ☎ a chi inviare | come fare | risoluzione del problema | risarcimento economico.

Cechi un modulo per reclami Telecom – Tim da inviare al Gestore per lamentare i tuoi problemi di linea o internet?

Sei nel posto giusto, perchè siamo una Associazione di Consumatori con una grande esperienza nel settore della telefonia e, quindi, con una qualificata conoscenza della materia.

Assistiamo ogni giorno centinaia di utenti vittime di disservizi telefonici, che si rivolgono a noi prima di inviare i loro reclami Tim – Telecom fisso.

Siamo specializzati nell’assistenza on line: contattaci e ti supporteremo direttamente a casa.

I problemi o i disservizi con Tim – Telecom sono per noi pane quotidiano e, in pochi passaggi, ti mostreremo cosa fare per far valere le tue ragioni di fronte all’indifferenza del Gestore:

  • reclamando efficacemente;
  • risolvendo il problema in tempi rapidi;
  • ottenenendo un risarcimento economico per i disagi subìti.

Chiedici consigli o affidaci il tuo caso e ci occuperemo di tutto noi senza darti alcun pensiero, liberandoti dallo stress delle pratiche burocratiche e senza costi vivi a tuo carico.

Buona lettura…

 

 

Reclami Tim – Telecom fisso: come inviarli

Una premessa, anzitutto: reclamare è obbligatorio!

Infatti, solo lamentando il disagio al Gestore attraverso l’invio dei reclami Tim – Telecom potrai ottenerne la risoluzione.

Ciò detto, visto che non puoi proprio farne a meno, valuta le due differenti modalità attraverso le quali puoi reclamare:

  • inviare una segnalazione, secondo gli strumenti offerti dal Gestore;
  • inoltrare il tuoi reclami Telecom – Tim in forma scritta.

Analizziamole meglio.

 

Reclami Tim – Telecom fisso: a chi inviarli

In presenza di un disservizio telefonico Tim – Telecom, è prassi corretta quella di segnalare il guasto al Gestore.

Potrai farlo con due diverse modalità:

1) la segnalazione al Gestore

  • Chiamare il numero verde Tim

Il call center è raggiungibile sul numero verde Tim fisso 187, il numero verde Tim Mobile 119 per i privati e il 191 per i business. La chiamata è gratuita e può essere fatta da tutte le tipologie di clienti. Il servizio di assistenza funziona tutti i giorni dalle 7.00 alle 22.30. Ricordiamo a tutti che segnalando il disservizio con questa modalità è indispensabile prendere nota dell’orario della telefonata e del numero di operatore con cui si è parlato.

  • Contattare Tim tramite social

La pagina ufficiale Facebook di Tim è la TimOfficialPage che ospita la community WeTim. All’interno della stessa, potrai essere assistito a livello tecnico oppure scambiare con gli altri utenti impressioni e lamentele. Anche su Twitter troviamo la pagina TIM Official che in questo caso, però, si orienta più sulle offerte econmiche e sulle iniziative di Tim. Come nel caso precedente, a seguito di un reclamo fatto attraverso questo canale, ti raccomandiamo di conservarne lo screenshot.

  • App e Area Clienti Tim

In questo scenario di possibilità, ovviamente, non può mancare quella di contattare Tim tramite sito (clicca qui). All’interno dello stesso potrai creare il tuo account MyTim e aprire un ticket di assistenza. Sempre dal sito potrai accedere al servizio Tim Chat per ricevere assistenza diretta parlando con un operatore tramite web. Non mancano in ultimo le applicazioni per mobile: MyTim può essere scaricata sul tuo smartphone tramite PlayStore per i dispositivi Android e con App Store per gli Apple.

 

2) l’invio di un reclamo scritto

Come abbiamo potuto vedere, nel caso dei reclami Tim – Telecom fisso, non mancano certo i canali per effettuare una prima comunicazione al Gestore: ce ne sono davvero tanti. Quel che veramente conta, però, è la risposta effettiva che spesso ritarda e non sempre è risolutiva. Quale che sia la modalità scelta, ti consigliamo sempre di conservare traccia di quanto fatto perché, in caso contrario, ricostruire in seguito l’avvenuta segnalazione e la data quando questa è avvenuta, sarà praticamente un’impresa.

Come fare un reclamo Telecom scritto: quindi, di fronte alle incertezze del reclamo sotto forma di segnalazione al Gestore sui suoi canali, il reclamo scritto, è senz’altro la modalità più efficace. Anche questo può essere inviato in diversi modi:

  • Contattare Tim tramite fax

Ecco la prima modalità. Il tuo modulo di reclamo può essere inviato attraverso il numero fax di Tim 800.000.187 per i privati della linea fissa, l’800.600.119 per i privati della linea mobile e l’800.000.191 come numero di fax Tim business.

  • Contattare Tim Tramite email

Il reclamo tramite mail può avvenire attraverso quella ordinaria scrivendo a caring@servizioclienti@telecomitalia.it e a mezzo pec, che è la modalità da preferire sia per la sicurezza che per il rilascio di ricevuta di avvenuta consegna che vale come prova in caso di contenzioso con la Compagnia. L’indirizzo Pec di Tim è telecomitalia@pec.telecomitalia.it.

  • Inviare una raccomandata a Tim – Telecom

Per chi preferisce il cartaceo al digitale, il reclamo scritto a Tim può essere inviato, tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno, all’Ufficio reclami Tim – Telecom, all’indirizzo:

  • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) – per i clienti della linea fissa
  • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i privati della linea mobile
  • Telecom Italia S.p.A – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM)  – per tutti i business

Infine, sulla scia della precedente modalità, indichiamo agli amanti del vecchio cartaceo l’indirizzo postale del Gestore al quale mandare la segnalazione in forma scritta, comprensiva dei relativi documenti: TIM Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM).

 

I vantaggi del reclamo scritto

Riepiloghiamo i vantaggi del reclamo Telecom in forma scritta:

  • consente di raggruppare in un unico documento tutte le segnalazioni fattte;
  • dà certezza della presa in carico del reclamo;
  • fissa una data incontestabile di invio e ricezione;
  • mette il Gestore ufficialmente a conoscenza del problema;
  • lo obbliga a prendere in carico e risolvere il tuo caso.

Il reclamo scritto, inoltre, è fondamentale ai fini dell’avvio in fase di contenzioso poiché vale come data ufficiale nella ricostruzione delle date per calcolare l’indennizzo economico che ti spetta per legge.

Ed ancora, non solo darà più forza alle segnalazioni già effettuate, ma ti consentirà di descrivere il tuo problema nel dettaglio, di accelerare la risoluzione del problema ed infine di avviare una richiesta ufficiale di risarcimento economico.

Infine, utilizzando il nostro modulo reclamo Tim – Telecom precompilato eviterai di commettere errori e sarai certo di avere inserito tutte le informazioni importanti.

 

Procedura d’invio dei reclami Tim – Telecom fisso: ti aiutiamo noi

Bene, sei giunto alla fine dell’articolo ed è arrivato il momento di agire!

Di fronte agli innumerevoli disservizi del gestore e i comportamenti commercialmente scorretti attuati, il nostro consiglio è quello di inviare immediatamente i reclami Telecom – Tim necessari, ricordando sempre di conservare sempre copia della ricevuta di avvenuto invio.

Di seguito, ti indichiamo nel dettaglio i passaggi da effettuare per inviare correttamente il modulo prestampato adatto al tuo caso:

Sarai ricontattato in tempi brevi da un nostro consulente che valuterà la sostenibilità delle tue lamentele, presso l’Autority, ti aiuterà nella compilazione del tuo reclamo Telecom – Tim e ti illustrerà come poter usufruire della nostra assistenza senza costi vivi a tuo carico: praticamente gratis. Chiedici di più

Per ulteriori informazioni, contattaci sul nostro form o invia un messaggio su Whatsapp al numero 370 1220734.

Se sei un nostro associato, contattaci allo 091 6190601.


 

Per saperne di più

 

La mancata risposta ai reclami Tim – Telecom

Come già detto in precedenza, inoltrare i reclami Telecom al Gestore è un preciso dovere dell’utente!

Tale obbligo nasce dal diritto del Gestore di essere informato tempestivamente di un disservizio in atto, di modo che possa prenderlo in carico e risolverlo in tempi brevi.

Se da un lato, però, il Gestore ha il diritto ad essere informato del problema, su quest’ultimo grava il dovere di dare una risposta al reclamo che ha ricevuto. Questa risposta deve essere pertinente, esaustiva e soprattutto deve arrivare entro i 45 giorni.

In caso contrario, il Gestore dovrà riconoscerti un risarcimento economico per la sua inadempienza.

 

I casi più frequenti di disservizio

Tra i principali che spingono i clienti a inoltrare il proprio reclamo a Tim – Telecom, troviamo i seguenti.

  • Ritardo o la mancata attivazione della linea telefonica o internet: in questo caso, il gestire ha dieci giorni lavorativi dalla richiesta per attivare la linea, se non dovesse farlo entro i tempi hai diritto all’indennizzo economico previsto.
  • Interruzione del servizio per guasti tecnici: questo è probabilmente il disservizio più importante e fastidioso in quanto priva, parzialmente o totalmente, il cliente dei servizi fonia e/o internet. Scopri come risolvere il tuo caso leggendo l’articolo.
  • Sospensione amministrativa del servizio: si manifesta come come se fosse un guasto, ma in realtà l’interruzione dipende dalla sospensione attuata dal Gestore per il mancato pagamento di fatture. Leggi l’articolo e scopri quando può farlo e come deve risarcirti in questi casi.
  • Ritardi nella portabilità del numero: nel cambio di Operatore hai diritto a mantenere il tuo numero, ma non sempre tutto fila per il verso giusto. Nel caso di un ritardo o peggio di una mancata portabilità possiamo risolvere in breve tempo il tuo problema e farti ottenere un indennizzo economico per il disagio subito. Scopri come, in questo articolo.
  • Perdita del numero telefonico: è quasi sempre legato a una mancata portabilità. Avviene che per un disguido tra gli Operatori il numero si trovi improvvisamente “libero” e venga assegnato ad altro cliente. In pratica, “si perde”. Leggi l’articolo e scopri come è possibile “recuperarlo” ed ottenerne un indennizzo economico per il danno subito.
  • Problemi nel trasloco della linea: Tim- Telecom, pur fissando nella propria Carta dei Servizi d tempi da rispettare, spesso li supera. In tale evenienza avrai diritto ad essere risarcito per i disagi subiti e in proporzione ai giorni eccedenti quelli previsti. Approfondisci leggendo questo articolo

 

Gli altri casi

  • Fatturazioni errate o non dovute: Nel caso di bollette maggiorate, queste possono derivare da errori contabili, da maggiorazioni del canone rispetto a quello inizialmente pattuito o da servizi a pagamento non richiesti e inseriti nel conto. In questi casi reclama immediatamente e richiedici assistenza per ottenere il rimborso o lo storno delle somme non dovute. Ti indicheremo anche come fare per non la parte di bolletta non dovuta senza incorrere in penali. Per saperne di più, clicca qui.
  • Problemi nel passaggio dall’Adsl alla fibra: sono tanti e fastidiosi e possono provocare un malfunzionamento o l’interruzione della linea. Il più frequente riguarda il mancato rispetto della velocità contrattualmente prevista. Nell’articolo dedicato, che ti invitiamo a leggere, scoprirai come recedere dal contratto senza pagare penali.
  • Problemi con la fibra: le cause di questo disservizio sono davvero tante. Leggi il nostro articolo, risolverai in breve il tuo problema ed capirai quali sono le mosse da fare per ottenere un risarcimento economico a causa del disservizio subito
  • Servizi a pagamento non richiesti: sono la conseguenza di una condotta commerciale scorretta dei Gestori. Scopri nell’articolo dedicato come possiamo aiutarti a recuperare il maltolto.

Come per quelli elencati nel paragrafo precedente, la prima cosa da fare è l’invio tempestivo del nostro modulo per reclami Tim – Telecom fisso e richiedere il nostro sostegno. L’invio tempestivo di un reclamo a Telecom, è indispensabile per avviare la procedura di risoluzione del problema e ottenere il risarcimento economico che ti è dovuto per legge.

 

La Carta Servizi Tim – Telecom e gli indennizzi previsti

Ogni Operatore telefonico è tenuto a pubblicare un documento extra contrattuale – per l’appunto la Carta dei Servizi (leggi per approfondire) – nel quale assume precisi impegni nei confronti dei propri clienti. Nel paragrafo 3.2. della Carta Servizi Tim – Telecom ed in relazione agli indennizzi automatici previsti nei casi di indempimento della prestazione o ritardo nell’attuazione della stessa, ritroviamo la seguente dichiarazione: “Nel caso di mancato conseguimento dei singoli impegni che ci siamo assunti, provvediamo a corrisponderti degli importi a titolo di indennizzo che vengono solitamente accreditati sulla prima Fattura utile”

Vediamo, quindi, di approfondire meglio gli indennizzi economici previsti.

Indennizzi per il servizio telefonico tradizionale

Come anticipato sopra, ogni inadempimento o ritardo dei servizi prevede, a titolo di compensazione per il ritardo, un indennizzo di € 7,80 per ogni giorno lavorativo.

Riportiamo di seguito i tempi previsti per i servizi principali, oltre i quali scatta detto risarcimento:

  • 10 giorni solari dalla richiesta per l’attivazione;
  • 90 giorni per il cambio del numero telefonico;
  • 10 giorni solari dalla richiesta nel caso di trasloco;
  • 2 giorni lavorativi successivi dalla segnalazione, per la riparazione di un guasto.

Inoltre, sono previsti i seguenti indennizzi:

per le inadempienze nell’inserimento del nome o del numero telefonico nell’elenco telefonico

  • Errore: 37,08 €
  • Omissione: 74,16 €

per inadempienze relative alla continuità del Servizio 7,80€ per ogni giorno solare.

Indennizzi per la Connessione ad Internet (ADSL e Fibra Ottica)

I casi di inadempienza da parte del Gestore, vengono indennizzati con 2,00 € per ogni giorno lavorativo di ritardo e fino ad un massimo di 40€.

Inoltre, viene indennizzato con 5,00€ per ogni giorno lavorativo di ritardo e fino ad un massimo di 100 euro il funzionamento non regolare dei seguenti servizi di attivazione:

  • Linea ADSL (senza modem) oltre 30 giorni solari dalla richiesta
  • Linea ADSL (con modem e CD autoinstallante o con intervento del tecnico a domicilio)
  • Alice Voce e IPTV (inclusa connettività ADSL) oltre 50 giorni solari dalla richiesta
  • Linea in Fibra Ottica oltre 60 giorni solari dalla richiesta.

La nostra guida finisce qui: ricorda sempre di inviare il tuo reclamo Telecom non appena il problema si manifesta e al minimo dubbio o difficoltà di richiederci aiuto.