Vademecum per ottenere la cancellazione del protesto riguardante cambiali e assegni

Il Protesto elevato su una Cambiale o su un Assegno è suscettibile di Cancellazione previo pagamento dello.

Il primo passo è inoltrare l’apposito Ricorso al Presidente del Tribunale del luogo di Residenza della persona oggetto del Protesto.

Il Ricorso non richiede l’assistenza di un Legale, ma può essere efficacemente presentato dalla Persona Interessata o da Persona Delegata, la presentazione va fatta presso l’Ufficio della Volontaria Giurisdizione del competente Tribunale.

Oltre alla Fotocopia del Documento Valido all’Identificazione vanno precisati i Dati Identificativi del Richiedente, l’esplicita Richiesta di Riabilitazione e la Documentazione comprovante l’avvenuto pagamento del Titolo di Credito, è necessaria inoltre la Visura prodotta dalla Camera di Commercio attestante l’assenza di ulteriori Protesti.

Ottenuto entro i previsti 20 Giorni dall’inoltro del Ricorso il Decreto di Riabilitazione, questo va depositato presso l’Ufficio Protesti della Camera di Commercio.