Secondo la sentenza del 22 dicembre 2008, C-549/07 della Corte di Giustizia europea spetta il risarcimento a coloro che si sono trovati ad avere cancellato il loro volo, per un problema tecnico.

Infatti il problema tecnico non è una “circostanza eccezionale”, per cui la compagnia aerea è tenuta a versare una compensazione pecuniaria ai suoi clienti.

Sono circostanze eccezionali ad esempio gli scioperi o le cause metereologiche, che vanno, comunque, provate dalla stessa compagnia aerea.

Per ottenere assistenza e vedere assicurati i propri diritti, ogni viaggiatore può rivolgersi a Unione dei Consumatori.