L’Autorità preposta alla tutela dei rapporti inerenti le utenze energetiche (Energia Elettrica e Gas) ha disposto una maggiore tutela nei confronti degli utenti, malauguratamente versanti in condizione di morosità.

Nel caso in oggetto, infatti, l’Authority ha disposto l’obbligatorietà della comunicazione della messa in mora per tutte le bollette il cui pagamento risulta inevaso, comprese quelle già emesse nel periodo inerente l’inizio della conclamata morosità, e nel caso in cui non venga assolto questo imprescindibile adempimento, l’erogatore non potrà sospendere l’erogazione della fornitura. In conseguenza di questo provvedimento si estendono inevitabilmente i tempi idonei a richiedere la rateizzazione della posizione debitoria, rateizzazione che comunque va coattivamente offerta dall’Ente fornitore, qualora si presentino casi di conguaglio.