In assenza del consenso all’esecuzione dei lavori espresso dal proprietario dei balconi si stoppa l’eventuale decreto ingiuntivo richiesto dal condominio

Sulla scorta della Sentenza n.305716 pubblicata il 12 Gennaio 2016  emessa dalla seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione, in assenza del placet del Proprietario dell’appartamento su cui insistono i balconi interessati dai lavori di ristrutturazione, il Decreto Ingiuntivo richiesto dal Condominio nel caso di insolvenza può essere validamente opposto.

Infatti, il Proprietario che non ha dato l’esplicito consenso, è altresì tenuto a corrispondere gli oneri, relativi alla ristrutturazione delle Parti Comuni dell’Edificio, ma non a quelli pertinenti all’intervento sui balconi non avendoli espressamente autorizzati.