Quando scopriamo che il nostro nominativo è stato indicato con una segnalazione al CRIF (Centrale Rischi Finanziaria) ci lasciamo spesso prendere dal panico, perché non conosciamo fino in fondo la disciplina che sta alla base di questa iscrizione.

Vediamo di seguito in cosa consiste con esattezza la segnalazione al CRIF e quali sono le tempistiche entro cui la centrale rischi può provvedere alla cancellazione dei nostri dati.

 

Segnalazione al CRIF

Segnalazione al CRIF: in cosa consiste

La Centrale Rischi Finanziaria è una società per azioni fondata a Bologna da un gruppo di privati.

Essa raccoglie tutte le informazioni fornite dagli istituti di credito riguardo i cattivi pagatori, ma anche coloro che sono in regola con i pagamenti.

La finalità del trattamento dei dati personali con la segnalazione al CRIF non è, dunque, classificare i cattivi pagatori evidenziando solo gli inadempimenti, ma valutare il merito creditizio e contenere il rischio attraverso segnalazioni.

In parole povere, si tratta di una sorta di registro anagrafico che, con il tempo, ha ottenuto una posizione leader a livello internazionale nel settore delle informazioni finanziarie.

Soltanto per i casi particolarmente critici, che possono costituire una reale minaccia per l’istituto di credito, le segnalazioni vengono trasmesse anche alla Centrale rischi della Banca d’Italia o Centrale allarme interbancaria (CAI).

Segnalazione al CRIF

Segnalazione al CRIF: i tempi

Molti si chiedono se e quando l’iscrizione al CRIF può essere eliminata. La risposta a questo dubbio è positiva: sì, la cancellazione dei dati viene effettuata, da parte della stessa Centrale Rischi, in maniera automatica.

Può capitare però che, a causa della lungaggine burocratica, debba essere il diretto interessato a dare un impulso per la cancellazione, attraverso un’istanza da inviare alla stessa Centrale Rischi. Nel caso, si spiegheranno i motivi per cui la segnalazione al CRIF andrebbe cancellata.

I tempi di cancellazione dati dai sistemi informatici variano in base alla gravità della violazione commessa nel rimborso. Ti invitiamo a leggere l’approfondimento a questo articolo se vuoi saperne di più.

C’è, però, un limite massimo oltre il quale i dati dovranno comunque essere eliminati dal sistema: questo è fissato in cinque anni dalla data di scadenza del rapporto di finanziamento per cui sono sorte problematiche.

Segnalazione al CRIF

Segnalazione al CRIF: come possiamo aiutarti

Hai scoperto che su di te grava una segnalazione al CRIF? Niente paura!

Rivolgiti a Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra grande famiglia per far valere i tuoi diritti quotidianamente!

Sempre al servizio del cittadino, la nostra Associazione annovera tra i principali obiettivi la difesa dei diritti dei consumatori che – nel caso specifico – supporta attraverso una valutazione celere della documentazione in tuo possesso.

Per avere dettagli sul tema dell’impugnazione estratti di ruolo o per ulteriori informazioni, invia un messaggio sul nostro form o, se preferisci, contattaci ai numeri 091 6190601 e 370 1220734 (solo Whatsapp).

Un nostro consulente di ricontatterà in tempi brevi per dirti cosa è possibile fare. Segnalazione al CRIF