Sai che il nostro ordinamento prevede la sospensione feriale dei termini processuali soltanto per 31 giorni?

In Italia, d’estate, la giustizia non va tutta in vacanza. Infatti, è previsto dalla legge un periodo di congelamento dei termini di processi tributari, amministrativi e civili, compreso tra l’1 e il 31 agosto.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste la sospensione feriale dei termini e come fare nel caso in cui questa sia “di troppo” per le tue vicende giudiziarie.

sospensione feriale dei termini

Come si calcola la sospensione feriale?

Innanzitutto, per sapere se i procedimenti che ti riguardano ricadano o meno nel periodo di sospensione feriale, è sufficiente che tu tenga a mente le seguenti modalità di calcolo:

  • qualora il termine processuale cominci nel corso della sospensione feriale dei termini, il conteggio dei giorni va fatto a partire dal 1 settembre;
  • qualora, invece, il termine inizi prima del periodo feriale si conteranno i giorni fino al 31 luglio, non si conteranno i 31 giorni feriali e si continuerà a contare dal 1° settembre.

Con l’entrata in vigore della legge n. 162/2014 è stato ridotto il periodo di sospensione feriale dei termini.

Sulla base di quanto previsto dalla legge n. 742/1969, in passato, durava fino al 15 settembre.

Sospensione feriale: la natura dei procedimenti

La sospensione fa riferimento solo ai “termini processuali” e non anche a quelli meramente amministrativi. Tra i procedimenti esclusi da sospensione feriale, ricordiamo:

  • controversie in materia di lavoro;
  • termini di presentazione all’Ufficio della documentazione richiesta a seguito di controllo formale delle dichiarazioni;
  • comunicazione di adesione al processo verbale di constatazione (PVC).

Tra i procedimenti per cui vige la sospensione feriale dei termini, invece, ricordiamo:

  • le controversie di natura civilistica e quelle di tipo amministrativo e tributario;
  • i procedimenti giudiziari in materia societaria;
  • l’accertamento con adesione del contribuente;
  • la definizione in via breve delle sanzioni amministrative tributarie.

Tuttavia, il cittadino comune non possiede una conoscenza tale da far, da solo, valere le proprie ragioni e i propri diritti.

Proprio per questo motivo e per cercare di non fare errori grossolani, nei casi di computo per sospensione feriale dei termini, è opportuno richiedere la consulenza di esperti del settore.

Sospensione feriale: come possiamo aiutarti

Unione dei Consumatori annovera tra i principali obiettivi la difesa dei diritti dei consumatori, anche nel settore fisco e tributi.

Nel caso specifico, ti supportiamo attraverso una valutazione a costo zero del tuo caso specifico e ti aiutiamo a effettuare il computo per la sospensione feriale in maniera corretta.

Per ulteriori informazioni invia un messaggio sul nostro form e un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo per confermarti la fattibilità del caso.
Puoi contattarci al numero 091 6190601 e al 370 1220734 (solo Whatsapp).

Un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo per confermarti la fattibilità del caso.