Sospensione linea telefonica: fin troppo spesso è illegittima.

Frequentemente riguarda la disattivazione della voce e internet perché non sono state pagate una o più bollette. La casistica viene catalogata come sospensione linea telefonica per morosità, una prassi utilizzata dagli Operatori per imporre ai propri clienti il pagamento delle bollette scadute.

Se non sai cosa fare, non preoccuparti perché sei nel posto giusto per risolvere i tuoi problemi. Siamo una Associazione Consumatori specializzata nel settore della Telefonia e Pay-Tv e di casi come questi ne trattiamo e risolviamo davvero tanti.

Leggi l’articolo e scoprirai:

  • cosa prevede la normativa in caso di sospensione della linea telefonica;
  • come ottenere il ripristino del servizio in tempi brevi;
  • quando è possibile ottenere un risarcimento economico per i disagi subìti.

 

 

Il Gestore ha il diritto di sospendere la mia linea telefonica?

La sospensione della linea telefonica o della rete internet, se non attuata dal Gestore in maniera regolare, è considerata un danno esistenziale alla persona, che impedisce cioè la libertà d’espressione. Nel caso di contratti business la questione è ancora più grave perché impedisce anche di lavorare.

Per questo l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) disciplina in maniera ferrea i casi in cui le compagnie telefoniche possono decidere la disattivazione di una linea.

Se ritieni che il tuo Gestore abbia ingiustamente avviato il procedimento nei tuoi confronti, non arrenderti, e fa’ valere i tuoi diritti!

Non è facile capire se la disattivazione amministrativa dei servizi telefonici attuata dal Gestore è regolare, perché ogni caso è unico. Se vuoi un aiuto nella valutazione della tua vicenda, Unione dei Consumatori – Associazione specializzata in difesa dei diritti dei consumatori di telefonia – è sempre al tuo fianco.

Una volta appurato che, in effetti, il provvedimento avviato nei tuoi confronti è ingiusto, potrai avviare la procedura per ottenere un risarcimento del danno per l’interruzione della linea telefonica.

Ma prima vediamo cosa dice la legge in proposito.

 

Cosa prevede la normativa nel caso di sospensione

Secondo le norme in vigore, per applicare una sospensione linea telefonica per morosità è necessario che si verifichi una o più delle seguenti condizioni:

  1. Mancato pagamento di più bollette telefoniche;
  2. Ripetuti ritardi nei pagamenti;
  3. Frode ai danni della Compagnia telefonica.

Pertanto, di fronte ad un cliente moroso, l’Operatore potrà agire con una sospensione del servizio soltanto in presenza di più fatture insolute da parte del cliente moroso.

Ciò significa che al tuo Gestore non è permesso sospendere il servizio telefonico o internet se non hai pagato o hai pagato in ritardo una sola bolletta!

L’interruzione amministrativa del servizio deve inoltre essere comunicata con opportuno preavviso. Questo vale a maggior ragione se hai già avviato una procedura di reclamo, magari perché hai intenzione di contestare un’errata fatturazione.

Riassumendo, anche se non hai pagato delle bollette (che sia per una buona ragione o meno), il Gestore potrà avviare il procedimento solo dopo aver rispettato i suoi obblighi e mai in modo automatico.

 

Sospensione della linea telefonica: prima mossa, reclamare

Per risolvere al più presto il proprio problema e riattivare – almeno temporaneamente – la linea, la prima cosa da fare è mandare una lettera di reclamo, specificando le tue ragioni. A tal proposito ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo sull’importanza del reclamo scritto., da inviare attraverso raccomandata A/R, fax o posta elettronica certificata.

Il reclamo inviato in questo modo, se compilato in maniera efficace, sarà una prova a tuo favore da mostrare nel caso fosse necessario andare in conciliazione (qui la nostra guida a ConciliaWeb).

Qualora ti rivolgessi a noi – Associazione di Consumatori riconosciuta dai Corecom – potrai facilmente ottenere l’approvazione di provvedimenti temporanei in modo da farti ripristinare la linea. In questo modo potrai navigare in internet e telefonare in attesa della valutazione della controversia.

Una volta che il reclamo è stato inoltrato, il Gestore non può procedere alla sospensione della linea.

La lettera formale, in linea di principio, dovrebbe garantirti

  • il ripristino del servizio sospeso illegittimamente;
  • l’indennizzo economico che ti spetta per il disagio subìto.

 

Come ottenere l’indennizzo per sospensione linea telefonica

In pratica puoi richiedere uno o più indennizzi a patto che, nel momento in cui il Gestore interrompe la linea, tu

  • abbia già inviato un reclamo per errata fatturazione o un grave tipo di disservizio;
  • abbia già avviato la controversia su ConciliaWeb;
  • non abbia ricevuto risposta al tuo reclamo da parte del Gestore;
  • non abbia ricevuto l’avviso della sospensione nei tempi dovuti.

Per chiedere la nostra consulenza, contattaci presso uno dei canali dedicati ai nostri lettori ed associati.

Puoi contattarci sul form, scrivere in chat, inviare un messaggio su WhatsApp al numero 370 1220734 oppure chiamare allo 091 6190601.

Dopo una valutazione del tuo caso, potremo aiutarti a compilare il reclamo in maniera corretta e, se lo vorrai, anche prendere in carico la controversia e liberarti da pensieri e stress. Il tutto, senza costi vivi a tuo carico.

Se invece ritieni di agire in autonomia, ►📥  SCARICA IL MODULO DI RECLAMO 📥 ◄ adatto al tuo caso e dopo averlo compilato invialo al Gestore e in copia a noi (allega la ricevuta di invio) su telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it

In tal modo – se il Gestore non dovesse risponderti o dovesse negare i tuoi diritti – potremo intervenire in tuo aiuto indicandoti la giusta procedura da effettuare per risolvere il tuo caso di sospensione linea telefonica per morosità.