La sospensione della linea telefonica da parte della compagnia è, in alcuni casi, illegittima.

Tale procedura viene messa spesso in atto dagli operatori telefonici per imporre al consumatore il pagamento delle bollette.

Secondo la legge, per far sì che si possa applicare tale provvedimento, è necessario che si verifichino determinate condizioni, come ripetuti ritardi nei pagamenti o frode ai danni della compagnia telefonica.

Nel caso in cui una fattura sia oggetto di contestazione non è prevista la sospensione, o meglio, prima di procedere in tal senso, il gestore deve tener conto dei tempi per le risoluzioni.

In tutti i casi la compagnia telefonica ha l’obbligo di informare preventivamente l’utente del distacco dell’utenza telefonica, comunicare i motivi della sospensione ed indicare i tempi ed il pagamento di quanto dovuto.

 

Per reclami e conciliazioni in materia di telefonia, rivolgetevi alla nostra Associazione, attiva nella tutela dei diritti dei consumatori.