La sospensione della linea telefonica da parte della Compagnia è, in alcuni casi, illegittima.

Tale procedura viene messa spesso in atto dagli Operatori telefonici, per imporre ai propri clienti il pagamento delle bollette scadute.

Cosa prevede la legge

Secondo la normativa in vigore, per far sì che si possa applicare tale provvedimento, è necessario che si verifichino determinate condizioni, quali:

  1. Mancati pagamenti;
  2. Ripetuti ritardi nei pagamenti;
  3. Frode ai danni della Compagnia telefonica.

Per meglio specificare i punti 1 e 2:

  • Se – nei sei mesi antecedenti la/e fattura/e non pagata/e e contestata/e – i pagamenti sono stati regolarmente effettuati, non può ritenersi sufficiente il mancato pagamento di una sola fattura o il semplice ritardo nel pagamento;
  • Non si può/possono considerare come mancato pagamento, una o più fatture non ancora pagate, ove ci sia una procedura di reclamo in corso.

A ciò si aggiunga che, sia la Carta dei Servizi che la disciplina regolamentare, prevedono che la sospensione servizio telefonico o peggio, l’interruzione servizio telefonico possano avvenire solo se il cliente sia già stato avvisato della sua morosità. Pertanto, si ribadisce,  la Compagnia telefonica ha il preciso obbligo di informare preventivamente l’utente della sospensione linea telefonica, comunicando i motivi della stessa ed indicando i tempi ed il pagamento di quanto dovuto.

Ciò nonostante non sono pochi casi in cui, sia utenti  privati che utenze business (titolari di esercizi) si sono ritrovati all’improvviso senza servizio telefonico, in assenza di previa comunicazione. E questo perché, mancando il preavviso, l’utente non è stato messo nella condizione di rimediare.

Cosa fare in caso di sospensione linea telefonica senza preavviso

La prima cosa da fare, anzitutto, è effettuare un reclamo scritto all’Operatore. Pertanto, scarica il modulo di reclamo, compilalo in ogni sua parte e invialo alla Compagnia Telefonica ed in copia a noi, per ricevere la nostra assistenza.

Infine, è bene sapere che:

  • Per ogni giorno di disservizio è prevista una specifica tariffa di indennizzo. Questa varia di volta in volta, a seconda del problema in atto, ed è proporzionale al numeri di giorni di disservizio occorso;
  • Se il problema riguarda professionisti, esercizi commerciali, studi professionali e similari la sospensione linea telefonica o l’eventuale interruzione servizio telefonico  danno diritto ad un indennizzo economico maggiore di quello riconosciuto al singolo privato. Ciò perchè, come è facile intuire, gli utenti non hanno potuto svolgere normalmente la loro attività lavorativa/professionale. In questi casi, comunque, è utile sapere che l’indennizzo a cui si ha diritto non esclude la possibilità di chiedere al Giudice anche il risarcimento di un ulteriore maggior danno subìto.

Come ottenere l’indennizzo previsto

Per ottenere il risarcimento economico che ti spetta per legge, segui queste semplici istruzioni:

  • scarica il modulo di reclamo adatto al tuo caso, compilalo in tutte le sue parti, indicando anche la prima segnalazione fatta e, se ne sei in possesso, il codice pratica assegnato e/o il nome dell’operatore col quale hai parlato;
  • trasmettilo al tuo Gestore e inviacene copia su telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it;*
  • contattaci** ai numeri 091 6190601 / 370 1220734 (anche whatsapp) per ricevere la nostra qualificata assistenza a costo zero, grazie alla quale risolverai il problema ed otterrai il risarcimento economico che ti è dovuto per il danno da sospensione della linea telefonica patìto.

*su unionedeiconsumatori@pec.libero.it (se utilizzi la PEC)

**Se lo preferisci, puoi anche inviarci un messaggio attraverso il form dedicato  e sarai ricontattato da un nostro consulente in tempi brevi!