Il regime di maggior tutela per le forniture di gas e per l’elettricità, si avvia al declino definitivo.

Il Ddl Concorrenza approvato il 20 febbraio scorso, infatti, prevede la fine del Mercato Tutelato, obbligando le utenze domestiche e delle piccole e medie imprese, attualmente nel mercato tutelato, a passare alle società di vendita del mercato libero.

Si inizia con la fornitura del gas, il cui regime di maggior tutela andrà in pensione il 30 giugno prossimo, mentre quella dell’elettricità non sarà più in vigore dal 30 giugno del 2016.

Questo passaggio obbligatorio ha allertato le Associazioni dei consumatori: è vero, infatti, che teoricamente una maggiore liberalizzazione potrebbe favorire un abbassamento dei costi delle bollette, ma bisogna anche sottolineare la difficoltà da parte dei clienti, nel valutare i nuovi contratti, a scovare le tariffe più convenienti; senza contare, ancora, le difficoltà determinate dalla proliferazione delle pratiche commerciali scorrette e delle offerte prive di trasparenza.

Gli analisti, comunque, stimano che ciò porterà a un risparmio medio di 12 euro al mese per le famiglie italiane.

Per aiutare i consumatori, tra il mare di offerte proposte da diverse aziende – l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico – mette a disposizione un servizio per trovare le offerte più convenienti. Il servizio è consultabile a questo link.