Sai che in caso di estinzione anticipata è possibile effettuare una richiesta rimborso commissioni bancarie?

Con l’estinzione anticipata della cessione del quinto, gli istituti di credito hanno l’obbligo di rimborsare al cliente alcuni costi pagati per tutto il periodo contrattualizzato.

Vediamo nei dettagli in cosa consiste la richiesta rimborso commissioni bancarie, quali tipologie di costi possono essere restituite al cliente e come fare per calcolare la cifra che ti spetta.

 

 

Cos’è la richiesta rimborso commissioni bancarie

Innanzitutto, devi sapere che commissioni bancarie costituiscono l’insieme dei costi accessori, di commissione e assicurativi cui il cliente ha diritto in caso di estinzione anticipata o di rinnovo della cessione del quinto.

In passato, raramente le banche hanno informato i propri clienti su quali potessero essere i vantaggi in caso di estinzione anticipata cessione del quinto.

Tuttavia, sull’argomento ci sono tantissime decisioni favorevoli di tutti i Collegi dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) e del Collegio di Coordinamento.

Da queste si evince come, in caso di estinzione del finanziamento mediante rimborso anticipato, il consumatore abbia diritto a “ottenere la riduzione del costo totale del credito, in misura pari all’importo degli interessi e dei costi dovuti per la vita residua del contratto di finanziamento e di quelli ad esso funzionalmente collegati”.

 

Come calcolare il rimborso commissioni bancarie

Quando parliamo di richiesta rimborso commissioni bancarie, è di fondamentale importanza la quantificazione dei predetti costi rimborsabili.

In base a quanto disciplinato ex art. 125 sexies del Testo Unico Bancario (TUB) il criterio da applicare è quello della pro rata temporis con cui si valorizza il momento dell’estinzione.

In tal senso, vige la regola in base alla quale prima estingui il finanziamento, maggiori saranno i costi recurring che dovranno esserti obbligatoriamente restituiti. Richi

 

Quali costi copre il rimborso

In generale, nell’ambito di estinzione anticipata della cessione del quinto, possiamo distinguere:

  • costi up front: dovuti per adempimenti preliminari alla concessione del finanziamento (prescindono dalla durata del rapporto di credito);
  • costi recurring: riguardanti spese legate alla durata del rapporto di credito.

Le spese che devono essere rimborsate sono quelle soggette a maturazione nel tempo (recurring cost), ossia gli esborsi che riguardano il periodo successivo all’estinzione del finanziamento. Tra questi troviamo:

  • Commissioni finanziarie: rappresentano una delle più consistenti voci di spesa che devono essere oggetto di rimborso.
  • Commissioni accessorie: tra queste rientrano le commissioni di intermediazione e le spese di incasso quote applicate su importi versati anticipatamente dal consumatore e relative all’intera durata del contratto, ma effettivamente non goduti in seguito all’estinzione.
  • Premio assicurativo: in caso di estinzione anticipata, pertanto, il cliente può ottenere il rimborso dei premi non ancora maturati.

 

Richiesta rimborso commissioni bancarie: come possiamo aiutarti

Vuoi effettuare una richiesta rimborso commissioni bancarie?

Rivolgiti a Unione dei Consumatori per saperne di più sulle azioni che puoi compiere avvalendoti dei nostri professionisti.

Per ulteriori informazioni, contattaci sul nostro form o invia un messaggio su whatsapp al numero 370 1220734, così da essere ricontattato in breve tempo.i