In tanti al giorno d’oggi si vedono costretti ad effettuare una richiesta di rimborso bagaglio smarrito.

E difatti, chi deve partire in estate sa che, soprattutto in questo periodo, negli scali aeroportuali può trovarsi in mezzo al caos più totale.

Oltre ai vari disagi che i passeggeri possono essere costretti a subìre – come il volo che parte in ritardo o che addirittura viene cancellato – essi possono dover fare i conti con un problema legato al loro bagaglio.

Spesso, però, non riescono a venire a capo della situazione perché la Compagnia potrebbe ignorare le loro richieste e prendere tempo per evitare di corrispondere loro il giusto rimborso bagaglio smarrito.

Di conseguenza, che tu abbia trascorso le vacanze estive a Roma, Londra o Dubai poco importa, in quanto la casistica è sempre la stessa: sei arrivato a destinazione e, solo dopo essere sbarcato, ti rendi conto che il tuo bagaglio non è con te.

Qui ti spieghiamo come muoverti per far valere il tuo diritto di ottenere, dunque, il risarcimento bagaglio smarrito che ti spetta per legge.

 

 

L’iter da seguire

Se la tua valigia non è arrivata a destinazione e vuoi ottenere il rimborso bagaglio smarrito, la prima cosa che dovrai fare sarà quella di recarti all’Ufficio oggetti smarriti (Lost and Found) per sporgere denuncia.

Ricorda che è indispensabile conservare tutti i documenti di viaggio, proprio come avviene anche nel caso in cui tu debba richiedere un rimborso per voli cancellati.

In particolare, sono necessari:

  • il biglietto aereo, che indichi l’aeroporto di partenza e quello di arrivo
  • il talloncino adesivo, che reca impresso il numero identificativo assegnato al tuo bagaglio

Per ottenere il rimborso bagaglio smarrito ti verrà chiesto di compilare un modulo, il cosiddetto P.I.R. (PropertyIrregularityReport)*, in cui dovrai descrivere il tuo bagaglio.

Dovrai indicare dettagliatamente:

  • le dimensioni
  • la marca
  • il modello
  • il colore
  • il suo contenuto

Infine dovrai decidere se ritirare il bagaglio di persona oppure se preferisci che ti venga riconsegnato tramite corriere.

 

I documenti necessari

In generale, se non avrai notizie sul tuo bagaglio entro 21 giorni, questo è da considerarsi ufficialmente perso.

Da tale data potrai, dunque, fare reclamo e richiedere il risarcimento bagaglio smarrito a cui hai diritto, inviando una raccomandata A/R al Vettore.

Nella richiesta dovrai indicare i danni subìti dal tuo bagaglio e allegare i seguenti documenti:

  • una lista dettagliata del contenuto di ogni bagaglio, non riconsegnato
  • la copia del biglietto aereo e la ricevuta dell’eccedenza bagaglio (se pagata)
  • il talloncino del bagaglio mancante
  • la copia originale del P.I.R. compilato all’arrivo

In caso di smarrimento, la legge prevede che tu possa ottenere il risarcimento bagaglio smarrito.

Questo può arrivare fino a:

  • 1.131 DSP (Diritti Speciali di Prelievo) che corrispondono a circa 1.335 euro, se la Compagnia aerea fa parte dell’Unione Europea e di un Paese che aderisce alla Convenzione di Montreal;
  • 17 DSP che corrispondono a circa € 17 per kg, se la Compagnia aerea fa parte di un Paese che aderisce alla Convenzione di Varsavia (tranne nel caso in cui tu abbia sottoscritto una assicurazione integrativa).

 Non è detto, tuttavia, che la Compagnia aerea risponda con prontezza e positivamente!

Difatti, sono più numerosi i casi in cui il rimborso bagaglio smarrito viene negato: di fatto sono più i casi in cui i passeggeri vengono ignorati, che quelli in cui vengono presi in considerazione e tutelati.

 

Come ottenere un rimborso bagaglio smarrito

Non riesci a ottenere il rimborso bagaglio smarrito?

Affidati alla professionalità di Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra grande famiglia, diventando un consumatore informato.

Per ricevere la nostra assistenza gratuita**, in ordine alla fattispecie del risarcimento bagaglio smarrito, o danneggiato, segui queste semplici istruzioni:

Compilalo e invialo su rimborsovoloaereo@unionedeiconsumatori.it.

Allega tutta documentazione in tuo possesso (es. prenotazione del volo, carta d’imbarco, carta d’identità di tutti i passeggeri, talloncino del bagaglio smarrito, Denuncia P.I.R., ricevute di eventuali spese sostenute, ecc) e comunicaci qualsiasi informazione ritieni possa esserci utile per farti ottenere il rimborso.

Un nostro operatore valuterà gratuitamente la tua richiesta di rimborso bagaglio smarrito e ti ricontatterà.

Per ulteriori informazioni: contattaci!

 

* P.I.R. – Property Regularity Report – denuncia che i passeggere devono presentare in Aeroporto quando riscontrano irregolarità e richiedono un rimborso bagaglio smarrito.

** assistenza gratuita riservata esclusivamente ai nostri associati


 

Per saperne di più

 

Rimborso bagaglio smarrito: chi è obbligato a risponderne

E così, come spesso capita, nel momento in cui devono venir fuori i responsabili di una spiacevole situazione – che nel nostro caso comporta il rimborso bagaglio smarrito – tutti si tirano indietro ma sono le regole a dettar legge.

In base a quanto disciplinato dalla Convenzione di Montreal – un documento redatto per garantire l’uniformità delle norme in materia di trasporto internazionale di passeggeri, bagagli e merci, è la Compagnia aerea la responsabile del danno derivante dallo smarrimento – la stessa che deve garantire il rimborso bagaglio smarrito.

Come nel caso del rimborso volo per sciopero, frastornato dalla spiacevole situazione, il viaggiatore non sa come muoversi e non segue la procedura prevista in caso di risarcimento bagaglio smarrito.

  • Regola numero uno: informarsi è il modo migliore per partire con il piede giusto. Se il Vettore utilizza il sistema di tracciamento World Tracer, è possibile ottenere informazioni sulla localizzazione del bagaglio. Per farlo, sarà sufficiente collegarsi al sito dell’aeroporto o quello della Compagnia aerea, inserendo il codice World Tracer presente sul modulo di reclamo.
  • Regola numero due: evita il fai da te e affidati a esperti nel settore del trasporto aereo. Grazie alla loro professionalità, eviterai di incorrere nella spiacevole situazione che si verifica nel caso in cui il Vettore neghi il risarcimento. Solo in questo modo, quindi, riuscirai a far sentire la tua voce e a ottenere il risarcimento bagaglio smarrito che ti è dovuto per legge.