Devi fare una contestazione fattura Tim Telecom perchè hai ricevuto delle bollette troppo “salate”?

Il Gestore ti ha addebitato degli importi non dovuti o ti ha inviato delle fatture errata?

Se vuoi sapere come contestare una bolletta telefonica nel modo corretto, sei nel posto giusto!

Unione dei Consumatori è un’Associazione esperta nella risoluzione dei problemi di Telefonia che gestisce – e risolve con successo – centinaia di casi simili al tuo.

Quindi, non esitare a contattarci e grazie al nostro aiuto potremo:

  • aiutarti a reclamare efficacemente un addebito non dovuto o un’errata fatturazione
  • avviare una contestazione bolletta Telecom Tim per far annullare gli importi non dovuti o le voci in fatturazione che non vanno pagate
  • richiedere l’annullamento delle morosità o lo storno di somme già pagate (e non dovute)
  • farti ottenere un indennizzo economico per i disagi subiti

Scopri cosa dicono di noi gli utenti che si sono già avvalsi del nostro supporto:

 

📝 CONTATTACI SUBITO

 

Continua nella lettura e scoprirai come avviare correttamente una contestazione fattura Telecom.

 

 

Contestazione bolletta telefonica: come comportarsi

Nella propria Carta dei Servizi, ogni Gestore esplicita quali sono gli standard di qualità dei propri servizi e i diritti a tutela del consumatore.

Pertanto, è proprio in questo documento che troverai tutte le informazioni che ti servono in caso di fatturazioni non dovute.

In presenza di bollette telefoniche troppo care o controverse, la prima cosa da fare è scoprire se gli importi elevati dipendono da:

  • un’errata fatturazione
  • addebiti per fatturazioni non dovute

In questi casi, se il Gestore ha commesso un errore, puoi opporti alle bollette ingiustificatamente troppo care e pretendere di pagare la quota corretta.

Inoltre, nel caso in cui l’importo indebitamente sottratto sia da te già stato corrisposto, potrai recuperare la somma pagata anche in un secondo momento.

 

ATTENZIONE
Se ti rendi conto che il Gestore ha fatto degli errori nelle fatture, ti consigliamo sempre di pagare le bollette – o anche una parte delle stesse (basta la cifra che ritieni corretta) – evitando così di lasciarle totalmente insolute. Questo semplice accorgimento si rivelerà fondamentale per evitare l’interruzione della linea da parte del Gestore che, di fronte a un pagamento parziale, non potrà procedere alla sospensione amministrativa del servizio.

 

I casi più frequenti di fatturazioni non dovute

Prima di avviare la contestazione di una bolletta telefonica, è opportuno analizzare concretamente la vicenda.

Elenchiamo a seguire i casi più comuni di errata fatturazione o fatturazioni non dovute:

  • doppia fatturazione di bollette telefoniche per la stessa utenza
  • doppia fatturazione a seguito di portabilità del numero
  • fatturazione multipla per lo stesso servizio
  • doppia fatturazione a seguito di recesso
  • attribuzione di consumi superiori a quelli reali
  • addebiti non dovuti per servizi, inizialmente proposti come gratuiti
  • extra per servizi a pagamento non richiesti
  • penali o costi di recesso non dovuti
  • prelievo di denaro dal conto dopo la disdetta del contratto

In presenza di bollette telefoniche ritenute errate o esagerate, occorre anzitutto fare mente locale dei consumi e verificare se:

  • quanto fatturato corrisponde al reale utilizzo della linea
  • gli importi ritenuti sbagliati sono riferiti a fatture non dovute

Quindi, richiedi al Gestore una rendicontazione dettagliata delle bollette e dei servizi attivi sulla tua linea in modo da riscontrare eventuali anomalie o errori di calcolo.

Nel caso in cui i soldi siano già stati prelevati dal tuo conto o dalla carta, ti ricordiamo che puoi richiedere uno storno delle somme non dovute.

Infine, per evitare di pagare oltre il dovuto, sarà opportuno fare una contestazione fattura Tim mediante un reclamo.

Vediamo qui di seguito come fare.

 

Come fare una contestazione fattura Tim Telecom

Per fare una corretta contestazione fattura Telecom Tim, non ci sono delle tempistiche precise, ma è necessario inviarla prima possibile.

Ciò per evitare che la pratica finisca ad una società di recupero crediti esterna.

Se non paghi o non invii una contestazione bolletta telefonica Telecom, infatti, rischi una sospensione amministrativa del servizio.

Il modo più semplice per segnalare il problema è chiamare ai numerio 187 (per utenze fisse), 119 (per i mobile), 191 (per professionisti e P.IVA) e l’800 191 101 (per le medie e grandi aziende).

Puoi fare anche una contestazione bolletta Tim inviando un messaggio nell’area utenti del sito ufficiale, sull’app “MyTim”, su whatsapp al numero 335 123 7272 o sulle pagine Facebook e Twitter.

Ricorda sempre di segnare il codice operatore con il quale hai parlato e la data e l’ora della chiamata e di conservare gli screenshot delle conversazioni in quanto potrebbero esserti utili in caso di controversia.

I vantaggi del reclamo scritto

Noi di Unione dei Consumatori, però, per avviare una contestazione fattura Tim Telecom efficace, ti raccomandiamo di fare un reclamo bolletta Telecom, in forma scritta, attraverso:

  • PEC all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it
  • FAX ai numeri 800 000 187 (privati linea fissa) – 800 600 119 (privati linea mobile) – 800 000 191 (clienti business)
  • Raccomandata A/R indirizzata all’Ufficio reclami Tim, presso:
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) – per i clienti di utenze fisse
    • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i privati della linea mobile
    • Telecom Italia S.p.A – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM)  – per tutti i business

Questa modalità ti permetterà di:

  • descrivere dettagliatamente i fatti e racchiudere in un unico documento eventuali altre lamentele fatte
  • dare prova certa della avvenuta comunicazione del problema
  • avviare una richiesta ufficiale di riconteggio, rimborso delle somme indebitamente pagate o lo storno di quelle richieste in pagamento (anche se non dovute)

Utilizza quindi il nostro reclamo fattura Tim precompilato che puoi scaricare più avanti in documenti e allegati.

 

RICORDA
Una volta inviata la tua contestazione fattura Telecom, il Gestore dovrà risponderti entro 45 giorni e dovrà farlo con la stessa modalità (quindi per iscritto). Se dovesse farlo oltre tale tempistica, con una modalità diversa da quella scritta  o in maniera generica (con frasi stereotipate o risposte evasive), dovrà riconoscerti per la mancata risposta al reclamoun indennizzo economico calcolato su ogni giorno di ritardo.

 

Richiedici assistenza

Se ritieni di aver ricevuto bollette telefoniche “salate” per errata fatturazione o fatturazioni non dovute, possiamo davvero aiutarti!

Affidarsi a Unione dei Consumatori, ti permetterà di fare la differenza tra l’agire da soli ed essere rappresentati contro i colossi della Telefonia e i loro agguerriti avvocati.

Contattaci subito e potremo:

  • valutare nel merito l’errata fatturazione per accertare se ti spetta il rimborso di somme versate o lo storno di quelle richieste in pagamento
  • aiutarti a scrivere la tua contestazione bolletta Tim Telecom e verificare che questa contenga tutti gli elementi importanti per essere efficace
  • offrirti il nostro servizio gratuito di invio del reclamo tramite fax e pec
  • analizzare le bollette da contestare per scoprirne eventuali irregolarità
  • indicarti le modalità per opporti al pagamento dell’importo non dovuto
  • attivarci per il ripristino urgente della linea, nei casi di sospensione del servizio
  • quantificare l’indennizzo economico che ti spetta per il disagio subito

Inoltre, se nonostante la contestazione fatta, il Gestore dovesse negarti quanto in tuo diritto:

  • ci occuperemo interamente del tuo caso (dalla redazione delle memorie difensive, al deposito dell’istanza e alla sua trattazione – compresi i probabili rinvii – presso i Co.Re.Com. sul conciliaweb) sgravandoti da ogni pensiero
  • ti faremo ottenere il risarcimento danni che ti spetta per legge

📝 CONTATTACI SUBITO

Un nostro consulente valuterà il tuo caso ti ricontatterà per assisterti nella tua contestazione bolletta telefonica.

 

Documenti e allegati

Per procedere alla contestazione bolletta Telecom, scarica il nostro reclamo e segui le istruzioni per l’invio:

📥 RECLAMO FATTURA TELECOM TIM
per privati e business

  • compilalo e invialo al Gestore, scegliendo una delle modalità indicate all’interno
  • inviane copia a noi su telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it
  • descrivi dettagliatamente i motivi per cui devi contestare la bolletta telefonica
  • allega eventuale documentazione in tuo possesso

Ti ricontatteremo per indicarti cosa fare.