Il mutuo usurario – che è una tra le anomalie bancarie più diffuse in Italia – interessa numerosi consumatori, che ogni anno scoprono di esserne rimasti vittime.

Per evitare il verificarsi di simili situazioni, è opportuno verificare che il tasso di interesse sia stato calcolato come da contratto.

Vediamo cos’è nel dettaglio il mutuo usurario, cosa bisogna fare e a chi rivolgersi per ottenere un risarcimento degli interessi non dovuti.

 

Mutuo usurario: tipi di usura

Quando parliamo di mutuo usurario possiamo trovarci dinanzi alle seguenti fattispecie:

  • usura su mutuo originaria: si determina al momento della stipula del mutuo in base alle condizioni del contratto. In questo caso, il finanziamento è parzialmente nullo, in quanto la clausola degli interessi non è valida. Risoluzione del caso: gli interessi pagati devono essere restituiti, mentre quelli mancanti non vanno pagati;
  • usura su mutuo sopravvenuta: si manifesta durante la restituzione del mutuo. Il contratto viene stipulato in maniera del tutto regolare e, solo in un secondo momento, il tasso diventa usuraio perché la soglia è più bassa. Risoluzione del caso: al cliente vanno restituiti gli interessi pagati in più rispetto alla soglia di usura del trimestre.

In generale, se credi che ti sia stato proposto un mutuo usurario, accertati che non siano stati:

  • omessi costi;
  • calcolati oneri non previsti;
  • applicati tassi sproporzionati o superiori al limite legale.

 

Mutuo usurario: come scoprire i tassi usurari mutui

Scoprire i tassi usurari mutui è possibile. Basta comparare il tasso massimo previsto dal contratto, ossia il TEG, comprensivo di tutte le spese e gli oneri inclusi. Su questo vanno considerate le soglie antiusura.

Ricorda di verificare che non superi il limite massimo consentito ai tassi d’interesse, noto come tasso soglia usurario.

Se al tuo mutuo è stato applicato un tasso usurario, puoi recuperare gli interessi pagati in eccesso e pagare solo la quota capitale fino all’estinzione del finanziamento.

Mutuo usurario

Cosa fare passo per passo in caso di mutuo usurario:

Di seguito, ti illustriamo passo per passo cosa devi fare se pensi di essere stato vittima di usura su mutuo e vuoi chiedere un risarcimento.

Innanzitutto, presenta un reclamo formale alla banca per chiedere che vengano ricalcolati tutti gli interessi. L’istituto bancario è tenuto a rispondere entro e non oltre 30 giorni.

Se la banca non risponde entro il termine previsto dalla legge oppure nel caso in cui non sei convinto della risposta fornita, rivolgiti entro 12 mesi dalla presentazione del reclamo all’Arbitro bancario e finanziario (Abf).

Nella migliore delle ipotesi, la banca deve rimborsare gli interessi che ha percepito illecitamente con usura su mutuo. Se la banca non rispetta la decisione dell’Arbitro, hai la facoltà di intentare una causa in Tribunale.

Mutuo usurario

Come possiamo aiutarti in caso di mutuo usurario

Hai scoperto di esser rimasto vittima di un mutuo usurario? Rivolgiti a Unione dei Consumatori per ottenere tutela.

Per scoprire se il mutuo è usurario, è fondamentale rivolgersi a professionisti nel recupero degli interessi illegittimi. Entra a far parte della nostra grande famiglia per far valere i tuoi diritti quotidianamente!

Sempre al servizio del cittadino, la nostra Associazione annovera tra i principali obiettivi la difesa dei diritti dei consumatori che – nel caso specifico – supporta attraverso una valutazione celere della documentazione in tuo possesso.

Per avere dettagli sul tema dell’impugnazione estratti di ruolo o per ulteriori informazioni, invia un messaggio sul nostro form o al 370 1220734 (solo Whatsapp) ed un nostro consulente di ricontatterà in tempi brevi.

Se sei un nostro associato, contattaci anche allo 091 6190601.