La vita di noi consumatori non è mai tranquilla: quante volte vi sarà capitato di innamorarvi di un prodotto o di un servizio e, dopo averlo acquistato, di aver avuto solo delusioni e grattacapi? Non è affatto semplice quando si subisce un torto da un’azienda in questo ambito far valere i propri diritti da soli. Sia che si tratti del disservizio che danneggia il consumatore nella sua fruizione o di un prodotto malfunzionante, sappiamo come comportarci e cosa fare? A questo proposito interviene la conciliazione paritetica. Vediamo innanzitutto cos’è.

La conciliazione paritetica: i consumatori non sono più da soli

Anche se si subisce un danno da un’azienda, molto spesso noi consumatori siamo tentati di tirarci indietro e di non far valere i nostri diritti perché siamo spaventati dalle dimensioni della controparte, dal fatto di dover cercare un avvocato per difenderci e naturalmente dai costi. Ma con la conciliazione paritetica noi consumatori non siamo più da soli. La conciliazione paritetica, infatti, prevede una risoluzione delle controversie tra consumatori ed aziende. Lo fa tramite protocolli d’intesa che vengono sottoscritti tra le associazioni dei consumatori e le aziende e che stabiliscono le regole per risolvere le medesime controversie. Così, l’utente danneggiato non è più solo nell’avanzare i propri diritti. Oltretutto, rappresentato dalle associazioni dei consumatori che lo tutelano, viene messo sullo stesso piano dell’azienda e non è più in una posizione svantaggiata.

Come funzionano e quali sono i vantaggi delle conciliazioni paritetiche

La procedura delle conciliazioni paritetiche prevede che esista una Commissione di Conciliazione; questa è formata da conciliatori che rappresentano, rispettivamente, l’azienda ed il consumatore. Qual è il presupposto per l’attivazione di una conciliazione paritetica? E’ necessario prima di tutto che il consumatore faccia un reclamo all’azienda; in caso di mancata risposta o se la risposta non è adeguata a risolvere il problema, l’utente può decidere se scegliere la strada della conciliazione. Molti cittadini e consumatori stanno già utilizzando questo strumento per i suoi innumerevoli vantaggi. Vediamone alcuni:

  • I tempi della procedura sono brevi;
  • È facile accedere alla conciliazione paritetica, compilando una domanda;
  • La conciliazione paritetica non prevede costi onerosi;
  • Il consumatore può decidere in qualsiasi momento di non procedere ulteriormente con la conciliazione e di rivolgersi ad esempio alla giustizia ordinaria;
  • È garantita la trasparenza della procedur.

Salta subito all’occhio come la conciliazione paritetica sia finalmente una valida alternativa che abbatte i tempi ed i costi dei normali processi e del canonico iter giudiziario. Per questo si parla di: metodo di risoluzione stragiudiziale dei contenziosi.

 

Come ti possiamo aiutare

Per capire meglio le procedure, per sapere della compilazione della domanda e per avere più informazioni unisciti ad Unione dei Consumatori ed entra a far parte della nostra famiglia di cittadini consapevoli. Per farlo puoi chiamare al numero 091 6190601, oppure puoi mandare un messaggio nel nostro form: un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo.