La delega in un’assemblea condominiale rappresenta un importante strumento, consentendo ai condomini di farsi rappresentare per prendere decisioni sulla gestione del condominio.

Nell’articolo ti spieghiamo come funziona questo atto, quando non è valido e come ti aiutiamo in caso di problemi.

INDICE

Come funzionano le deleghe per l’assemblea condominiale

Nel contesto condominiale, quando viene convocata un’assemblea alla quale non si può partecipare personalmente ci si può fare rappresentare mediante delega condominio.

A meno che nel regolamento condominiale non siano presenti divieti specifici, il proprietario ha il diritto di delegare qualsiasi soggetto, sia interno che esterno al condominio, come ad esempio un familiare.

 

Quando le deleghe del condominio non sono valide

Le deleghe per assemblea condominiale assegnate all’amministratore o eccedenti il numero massimo non sono ammesse.

I condomini che avranno erroneamente esercitato il loro diritto di rappresentanza verranno considerati assenti durante l’assemblea, non contribuiranno ai quorum e non avranno validità durante le votazioni.

Può accadere anche di avere dubbi sulla legittima rappresentanza di un condomino, magari residente all’estero.

Va sottolineato che se si falsifica una delega, questa condotta costituisce un reato penale.

 

Come ti aiutiamo in caso di delega condominio non valida

Se ritieni che la delega conferita da uno dei condomini non sia valida o sia falsa e cerchi assistenza, ci pensiamo noi.

Siamo consumatori come te, (ci distinguono solo i ruoli) pertanto comprendiamo perfettamente le tue difficoltà nel far valere i tuoi diritti. Siamo in grado di ascoltarti e di capire a fondo il tuo bisogno di giustizia.

I nostri avvocati godono di una spiccata competenza nel settore e ti aiuteranno a risolvere ogni contrasto condominiale.

Non ti rimane che compilare il form sottostante…

Se invece vuoi ulteriori notizie inerenti l’argomento, vai in basso nella sezione per saperne di più.