È una spiacevole situazione quella di chi si ritrova a dover effettuare una disdetta Tim Telecom per decesso.  Spesso, non è così semplice come dovrebbe.

Disdetta Tim – Telecom per decesso: il caso

Purtroppo, nel momento di maggiore sconforto per la perdita di un caro, bisogna pensare a tutta una serie di questioni burocratiche. Una tra tutte, appunto, è la disdetta contratto telefonico a seguito di decesso, pratica abbastanza comune che, però, non è esente da disguidi.

A causa di difficoltà con l’Operatore, già tanti utenti si sono rivolti a Unione dei Consumatori – l’Associazione specializzata nell’assistenza on line – per ottenere dai propri esperti del settore telefonia un supporto pratico nell’iter per la disdetta Tim – Telecom per decesso.

Nelle righe successive, ti indicheremmo cosa bisogna fare esattamente in situazioni di questo tipo e far si che la disdetta contratto Tim – Telecom venga accolta con successo.

Disdetta Tim – Telecom per decesso: cosa prevede la Carta dei servizi

Anzitutto – così come previsto dalla Carta dei servizi Tim – Telecom, per i costi in caso di disdetta contratto telefonico per decesso – l’Operatore è obbligato ad annullare tutti gli importi fatturati dopo la data dell’evento nefasto.

A seguito di detto annullamento, deve emettere note di credito per il recupero degli importi versati in precedenza.

Tuttavia, nonostante la situazione sia parecchio delicata, nel caso in cui la persona deceduta avesse sottoscritto un contratto  da meno di 24 mesi, potrebbero essere applicati dei costi di penale alla disdetta Tim – Telecom per decesso.

Per quanto attiene modem o del decoder, questi vanno inviati con spedizione postale, allegando la documentazione dedicata alla restituzione prodotti con i dati dell’utenza (nome, cognome e numero di telefono di riferimento).

A questa, vanno aggiunti i seguenti documenti:

  • autocertificazione indicante la morte dell’intestatario;
  • copia del proprio documento di identità;
  • copia dell’ultima fattura di chiusura del contratto;
  • recapito telefonico e indirizzo di posta elettronica.

Anche in questo caso, se la restituzione delle apparecchiature non viene effettuata entro 30 giorni dalla richiesta di disdetta Tim – Telecom per decesso potrebbero essere applicati dei costi di penale.

Disdetta Tim – Telecom per decesso: non è poi così facile

Se dopo 15 giorni dall’aver effettuato la richiesta di disdetta contratto telefonico, la cessazione della linea non è avvenuta, ecco che sopraggiungono i problemi.

Ad oggi, infatti, gli Operatori non si sono ancora allineati alla legge sulla concorrenza, che consente agli utenti di disdire un contratto telefonico con la stessa facilità e con gli stessi modi con cui è stata attivata la linea.

Nel caso in cui tu abbia effettuato la disdetta Tim – Telecom per decesso e il Gestore continui a recapitare bollette senza alcuna pietà, affidati a professionisti del settore che siano in grado di aiutarti nel minor tempo possibile.

Disdetta Tim – Telecom per decesso: cosa possiamo fare per te

Se anche tu devi effettuare una disdetta Tim – Telecom per decesso e fai fatica a far valere i tuoi diritti, rivolgiti a Unione dei Consumatori e riceverai la nostra assistenza a costo zero.

Per far valere i tuoi diritti, segui queste semplici istruzioni:

Per ulteriori informazioni, contattaci ai numeri 091 6190601 – 370 1220734 (anche whatsapp), oppure invia un messaggio sul nostro form.

Un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo!