Richiedere il riscatto polizza vita – ancor prima della scadenza naturale del contratto – è un’eventualità che potrebbe rivelarsi necessaria per una serie di ragioni. Sempre più consumatori ne fanno richiesta.

In generale, le assicurazioni sulla vita possono costituire un’interessante forma di investimento dei risparmi per il singolo consumatore: si strutturano come prodotti finanziari completi che vedono il capitale rivalutarsi negli anni, in base all’andamento dei mercati.

Ma cosa accade nel caso in cui si voglia riscattare l’assicurazione prima della scadenza naturale del contratto? Vediamolo nel dettaglio, scoprendo insieme quando è possibile richiedere il riscatto polizza vita e come calcolarne il valore.

 

Riscatto polizza vita: in cosa consiste

Prima di procedere all’analisi dell’iter da seguire per ottenere il riscatto polizza vita, è bene sapere con esattezza in cosa esso consiste.

In parole povere, il riscatto polizza vita è la richiesta di restituzione della somma accumulata con l’assicurazione sulla vita – presentata ancor prima della scadenza temporale della polizza stessa – a prescindere dal verificarsi o meno dell’evento, per la quale era stata stipulata la polizza.

Prima di inoltrare una domanda di estinzione, è bene verificare quale sarà il valore riscattabile. Di norma, infatti, non basta moltiplicare il valore dei premi versati per il numero di anni per i quali si è versato il premio.

Per sapere come riscattare polizza vita, è opportuno rileggere nel dettaglio il contratto firmato: il documento, infatti, conterrà tutti i dettagli inerenti il riscatto anticipato. Solitamente, la Compagnìa assicuratrice trattiene una quota percentuale del capitale accumulato.

Per sommi capi, nel caso in cui la durata del contratto sia prossima a scadenza, è sconsigliato richiederne l’estinzione anticipata, poiché verrebbe compromessa la fruizione degli interessi maturati.

 

Riscatto polizza vita: l’iter da seguire per richiederlo

In apparenza, il riscatto polizza vita è un’operazione del tutto semplice che consiste nell’invio di una richiesta formale alla Compagnìa assicuratrice. Questa è obbligata ad esprimere un parere (sia esso positivo che negativo) entro un lasso di tempo ragionevole che, in genere, non deve superare i 30 giorni dalla richiesta.

Alcune Compagnìe mettono a disposizione dei richiedenti dei moduli specifici per la richiesta.

Viceversa, il consumatore può effettuare la domanda di riscatto inviando una raccomandata A/R in cui non devono mancare le seguenti specifiche:

  • generalità (nome, cognome, data, luogo di nascita e indirizzo di residenza);
  • motivazione della richiesta di riscatto polizza vita;
  • dati relativi alla polizza vita sottoscritta (data di stipula e numero di contratto);
  • modalità di riscatto.

Per non avere problemi e in un’ottica di massima trasparenza, è consigliato inviare in allegato copia del contratto a cui allegare copia del documento di identità del richiedente. Ti ricordiamo che la richiesta di riscatto polizza vita può riguardare anche solo una parte del capitale accumulato.

In realtà, avviare una richiesta di riscatto polizza vita si rivela spesso un percorso irto di ostacoli.

Per questo e per accelerare i lunghi tempi dettati da una burocrazia farraginosa, ti consigliamo di rivolgerti a esperti del settore assicurativo.

 

Riscatto polizza vita: come possiamo aiutarti

Ti sei informato su come riscattare polizza vita ma fatichi a far sentire la tua voce? Rivolgiti a Unione dei Consumatori per entrare a far parte della nostra grande famiglia e ricevere adeguata e qualificata tutela.

La nostra Associazione, difatti, da sempre presente sul territorio, supporta, attraverso la professionalità di esperti del settore assicurativo, chiunque voglia ottenere il riscatto polizza vita, attraverso una valutazione celere e concreta del caso.

Per ulteriori informazioni contattaci ai numeri 091 6190601 – 370 1220734 (solo whatsapp), oppure invia un messaggio nel nostro form.

Un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo!