Se anche tu hai riscontrato problemi come il ritardo attivazione linea telefonica o la mancata attivazione linea telefonica, questo articolo fa proprio al caso tuo.

Infatti, nonostante richiedere il trasloco della propria linea al proprio Operatore possa sembrare un’operazione normale, non può dirsi lo stesso per i disagi che un ritardo attivazione linea telefonica può comportare.

Spesso, inoltre, questa negligenza da parte dell’Operatore comporta, oltre alla mancata attivazione linea telefonica anche la perdita del numero telefonico.

Vediamo insieme come ci si dovrebbe comportare in questi casi e come ottenere i risarcimenti economici previsti per legge in favore dei consumatori.

Mancata attivazione linea telefonica: quando è previsto il rimborso

Se entro il termine massimo di dieci giorni lavorativi dalla richiesta, la linea telefonica non dovesse essere attiva, il consumatore ha pieno diritto al rimborso previsto per mancata attivazione linea telefonica.

Il rimborso da parte dell’Operatore, secondo la normativa, è pari alla metà del canone che l’utente è tenuto a pagare per ciascun giorno lavorativo di attesa.

D’altra parte, il rimborso non è previsto se questo non è imputabile direttamente al Gestore. È il caso di impedimenti di tipo amministrativo che, però, presentano un’eccezione: l’Operatore, infatti, ha l’obbligo di inviare una comunicazione scritta in cui spiega i motivi della mancata attivazione linea telefonica.

 

Ritardo attivazione linea telefonica: il parere dell’Agcom

Come sostiene l’Agcom, «in ogni caso, ove non sia possibile attivare il servizio entro il termine contrattualmente previsto, l’operatore deve informare l’utente illustrando le ragioni del ritardo attivazione linea telefonica e indicando la data attesa di attivazione».

«Nel caso di  ritardata o di mancata attivazione linea telefonica, l’utente ha diritto agli indennizzi previsti dalla Carta dei servizi; gli indennizzi non sono, tuttavia, dovuti nel caso in cui il disservizio telefonico non sia imputabile all’Operatore.

Ciò accade, laddove vi sia un impedimento di natura amministrativa – ad esempio il mancato o ritardato rilascio dei permessi di scavo o di altre autorizzazioni – o tecnica, non causato da colpa dell’operatore».

Per citare dei due Operatori più importanti:

  • Telecom si impegna ad attivare entro 10 giorni la linea telefonica, riconoscendo un indennizzo pari al 50% del canone mensile per ogni giorno di ritardo, a decorrere dalla richiesta del consumatore;
  • Wind Infostrada, invece, consente di collegarsi all’apposita pagina di verifica per controllare lo stato dell’attivazione.

In questo caso, per entrambi gli Operatori, se il sistema riporta una mancata attivazione linea telefonica entro i termini previsti dalla Carta dei Servizi, è possibile procedere al conteggio dei giorni trascorsi dal momento della richiesta e chiedere l’indennizzo

 

Ritardo o mancata attivazione linea telefonica: gli indennizzi previsti

Nel caso di ritardo attivazione linea telefonica, la procedura automatica prevede un rimborso che sarà detratto direttamente con l’arrivo della prima bolletta telefonica.

Se ciò non dovesse avvenire e il problema dovesse persistere, bisogna astenersi dall’invio di una disdetta poiché si perderebbe il diritto all’indennizzo per gli eventuali ulteriori giorni di ritardo.

Nel caso, invece, di mancata attivazione linea telefonica, l’utente dovrà reclamare inviando un fax, una PEC o una raccomandata A/R al Gestore, lamentando espressamente che si intende ottenere l’indennizzo previsto.

 

Mancata o ritardata attivazione linea telefonica: cosa possiamo fare per te

Se ti sei trovato a fare i conti con uno dei problemi citati sopra, come un ritardo attivazione linea telefonica o – peggio – una mancata attivazione linea telefonica, richiedi il nostro intervento e invia un reclamo scritto al tuo Gestore.

Segui queste semplici istruzioni:

  • Scarica il modulo di reclamo;
  • Compilalo in tutte le sue parti e apponi data e firma;
  • Scansionalo e invialo al tuo Gestore, scegliendo una delle modalità indicate all’interno del modulo;
  • Invia una copia del reclamo, unitamente alla prova dell’avvenuto invio, anche a noi su: telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it o – se utilizzi la Pec – a unionedeiconsumatori@pec.libero.it;

Un nostro consulente analizzerà i problemi relativi al ritardo attivazione linea telefonica o alla mancata attivazione linea telefonica che hai segnalato e ti ricontatterà in breve tempo per comunicarti cosa è possibile fare.