In questo articolo ti spieghiamo cosa fare in caso di danno da ritardo aereo.

Rispetto a molti anni fa i disservizi legati al ritardo dei voli sono certamente diminuiti, anche se ancora oggi capita, ed in misura maggiore in alcune stagioni piuttosto che in altre, che il volo che avevamo programmato venga posticipato, non solo di qualche ora ma anche di giorni interi.

Sono vari gli imprevisti che possono causare un ritardo aereo; a partire da un guasto meccanico fino ad arrivare al verificarsi di condizioni meteorologiche che non permettono la partenza del volo.

I passeggeri sono costretti così, loro malgrado, ad affrontare estenuanti attese in aeroporto e, come se non bastasse, spesso, non vengono neanche adeguatamente informati su quando effettivamente partirà il loro volo.

Vediamo qui di seguito come poter ottenere un risarcimento.

 

 

Danno da ritardo aereo per volo non puntuale

Se anche tu, come tanti passeggeri dovessi trovarti nella condizione di dover aspettare qualche ora in aeroporto prima che il tuo volo parta, il primo consiglio che ci sentiamo di darti è quello di stare calmo ed aspettare tranquillamente e senza dare in escandescenze, per evitare di cominciare con il piede sbagliato il tuo viaggio

Sappiamo che un volo in ritardo può essere non solo un fastidio personale, in quanto ti costringe a svariate ore di attesa, ma può essere anche il motivo per il quale subìsci dei danni.

Per fortuna, in questi casi, la normativa prevede delle specifiche tutele a difesa del passeggero.

Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono questi diritti e come tutelano i passeggeri che si trovano di fronte ad un ritardo aereo.

 

La normativa sul danno da ritardo aereo

Il documento che si occupa della tutela del viaggiatore aereo è la Carta dei Diritti del passeggero.

In particolare, l’articolo 6 del Regolamento Europeo 261/2004 prevede i casi in cui il volo di quest’ultimo subìsce un ritardo prolungato.

Nello specifico, l’assistenza consiste in:

  • pasti e bevande, in funzione della durata dell’attesa;
  • sistemazione in albergo, nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti;
  • trasferimento dall’aeroporto all’albergo, e viceversa;
  • due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail;

In funzione di quanto previsto dal Regolamento, l’assistenza viene riconosciuta nella seguente casistica di ritardi:

  • tre, o più ore, per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1.500 km e per tutte le altre tratte aeree comprese tra 1.500 e 3.500 km;
  • quattro, o più ore – per le tratte più lunghe di 3.500 km – al di fuori dell’Unione Europea.

In più, se il volo ritarda di almeno 5 o più ore, potrai rinunciare al volo e richiedere il rimborso del biglietto, senza pagare alcuna penale e in questo caso potrai imbarcarti su un volo per ritornare al luogo iniziale di partenza.

È bene sapere che, nel caso in cui vi siano passeggeri con mobilità ridotta (PMR), o bambini non accompagnati, questi hanno diritto alla precedenza nel ricevere l’assistenza prevista.

 

Quanto spetta ai passeggeri di rimborso per ritardo volo?

Nei casi di danno da ritardo aereo, la Compagnia è obbligata a corrispondere al passeggero un indennizzo monetario – in relazione alla lunghezza della tratta aerea – che corrisponde a:

  • 250,00 € per tutte le tratte inferiori o pari a 1.500 chilometri;
  • 400,00 € per tutte le tratte aeree tra 1.500 e 3.500 chilometri;
  • 600,00 € per le tratte aeree superiori a 3.500 chilometri.

risarcimenti

 

Risarcimento per danno da ritardo aereo

Se per via del ritardo aereo prolungato, hai subìto dei danni “diretti”- prevedibili come normali effetti dell’inadempimento o dell’illecito della Compagnia aerea – hai diritto ad ottenere un risarcimento.

Il risarcimento previsto – se la Compagnia aerea fa parte di un Paese che aderisce alla Convenzione di Montreal – può arrivare fino a 4.150 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), che corrispondono a poco più di 5.000,00 euro.

Questo non ti verrà corrisposto nel caso in cui la Compagnia riesce a dimostrare di aver preso tutte le misure necessarie per evitare il ritardo, o se esso è da imputarsi alle cosiddette “circostanze eccezionali” (come condizioni meteo sfavorevoli, scioperi, improvvise mancanze nella sicurezza del volo oppure allarmi terroristici).

 

Cosa fare per richiedere il danno da ritardo aereo

Se hai subìto un danno da ritardo aereo e rientri in una casistica tra quelle sopra elencate, faremo valere i tuoi diritti e:

  • Valuteremo gratutamente il tuo caso e ti offriremo orientamento e consulenza;
  • Ti informeremo su come far valere i tuoi diritti e come ottenere il 100% di  risarcimento per il danno subito;
  • Metteremo al tuo servizio professionisti specializzati, in grado di risolvere la problematica;
  • Ti assisteremo gratuitamente*, sia in ambito stragiudiziale che in fase giudiziale, se necessario.

Segui queste semplici istruzioni:

Un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo per un valutazione del tuo caso.

Per ricevere informazion:

*assistenza gratuita riservata esclusivamente ai nostri associati