Uno sguardo al problema

Rimborso Ryanair Covid: finalmente la compagnia aerea irlandese concede un voucher per i passeggeri costretti a rinunciare al viaggio!

Sei positivo al Covid e non puoi più partire? Desideri il rimborso volo cancellato Ryanair per Covid?

Ecco come chiederlo o cambiare data del volo senza costi aggiuntivi e come riscattare il tuo voucher di viaggio.

E se la compagnia si rifiuta di erogare quanto ti spetta, non ti risponde o ti chiede di pagare la penale per il cambio data…

Noi dell’Unione dei Consumatori possiamo risolvere il tuo problema immediatamente e gratuitamente!

CHIEDI IL NOSTRO AIUTO

INDICE

Rimborso Ryanair Covid: il voucher e il risarcimento in denaro

Dallo scoppio della pandemia a oggi Ryanair ha dovuto annullare tanti voli in programma, così come successo a tutte le altre compagnie aree.

Il Regolamento CE n. 261/2004 obbliga gli operatori a fornire un voucher alternativo di pari valore ogni qualvolta venga, per giusta causa, presentata richiesta di rimborso Ryanair per Covid. E il cliente ha la facoltà di rifiutarlo e pretendere il rimborso in denaro.

Tuttavia la norma è stata modificata a causa del Covid: l’unico modo in cui è possibile ottenere il rimborso, per i voli cancellati per coronavirus tra l’11 marzo e il 30 settembre 2020, è il voucher. 

Le compagnie aeree -inclusa Ryanair- ignorano spesso questo “piccolo” dettaglio. E propongono esclusivamente un buono, anche per i voli cancellati fuori da quest’intervallo di tempo, nonostante l’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) abbia già sanzionato i vettori che non rispettano la legge. 

 

Attenzione

Il rimborso e il risarcimento sono due termini che spesso vengono confusi tra loro e usati impropriamente.
Il rimborso aereo corrisponde alla somma spesa dal cliente e può essere richiesto ogni qualvolta il volo viene cancellato e la compagnia non offre un’alternativa. Oppure quando si subisce un overbooking.

Il risarcimento o indennizzo, invece, è una somma di denaro aggiuntiva che compensa i disagi ulteriori che scaturiscono dagli inconvenienti. Non spetta, ovviamente, se il turista viene informato del cambio di programma con largo anticipo (almeno 14 giorni).

 

Come riscattare il voucher

Dopo aver ottenuto un voucher di viaggio come rimborso Covid Ryanair, è possibile riscattare la somma:

  • utilizzando il voucher sul sito web della compagnia entro 30 mesi dalla sua emissione (e non 4 anni come negli altri casi)
  • chiedendo l’accredito del valore del biglietto acquistato o del budget rimanente del voucher dopo la scadenza dello stesso (quindi dopo 30 mesi e non dopo 12 mesi, come per gli altri voucher di viaggio).

Il voucher può essere riscattato soltanto dall’intestatario. Ma è trasferibile tra passeggeri inclusi nella stessa prenotazione. 

Può essere usato per pagare voli, posti a sedere, priorità, bagagli imbarcati, Fast Track, attrezzature per neonati, attrezzature musicali e sportive, assicurazione di viaggio e tasse, oneri e supplementi associati. 

I nominativi dei biglietti acquistati con il documento di rimborso Ryanair Covid non possono essere modificati.

 

Rimborso volo Ryanair per Covid: cosa succede se si è positivi?

Per tanti mesi i passeggeri della compagnia irlandese che hanno dovuto rinunciare al viaggio perché positivi al virus hanno chiesto il rimborso Covid Ryanair senza successo.

Ryanair costringeva i clienti che avevano contratto il coronavirus a scegliere un’altra data, pagando per questo una penale di 40 euro. Altrimenti avrebbero perso l’intera cifra.

La compagnia sosteneva di non aver alcuna responsabilità sulla rinuncia dei passeggeri, che il Covid non fosse considerato una “malattia grave” e che una compagnia low cost non potesse rimborsare i biglietti acquistati.

In realtà, la positività al virus costringe i turisti e non presentarsi in aeroporto e restare in isolamento. Così, dopo una lunga battaglia da parte delle associazioni dei consumatori, anche Ryanair ha fatto dietrofront.

In conformità al regolamento Ue, alle leggi italiane e alla politica adottata dalle altre compagnie aeree, il rimborso Covid Ryanair -sotto forma di voucher- spetta oggi pure a tutti coloro che per motivi legati al Covid non fossero in grado di usufruire del viaggio prenotato.

 

Come richiedere rimborso Ryanair Covid: contatti e indirizzi

Puoi richiedere il rimborso Covid Ryanair se:

  • sei risultato positivo al Covid-19
  • ti trovi in isolamento fiduciario e/o quarantena
  • avresti dovuto partecipare a un evento, ma questo è stato annullato, rinviato o sospeso in attuazione di un provvedimento governativo
  • non puoi viaggiare a causa di restrizioni imposte dal governo.

 

I tuoi documenti per il rimborso Covid Ryanair

Alla richiesta occorre allegare:

  • Certificato medico, nel caso di positività al Covid19, quarantena, isolamento fiduciario e/o sorveglianza attiva (sotto la supervisione delle autorità sanitarie) o ricovero in ospedale a causa del virus Covid-19, per tutti i voli in partenza durante la positività al Covid19, il periodo di quarantena, l’isolamento fiduciario e/o sorveglianza o il ricovero in ospedale;
  • Prova della residenza, del domicilio o altra prova documentale idonea poteva a mostrare che il passeggero non tariffa ingresso e/o uscire dalla zona di partenza e/o arrivo perché zona interessata da misure governativi restrittivi nazionali o esteri;
  • Prova della programmata partecipazione a un evento annullato, rinviato/sospeso in atto di un provvedimento adottato dal governo italiano
  • Nome completo (visualizzato sul biglietto)
  • Il numero di prenotazione
  • Dettagli del volo (data e numero del volo) 
  • I dati di contatto preferiti; indirizzo e-mail, numero di telefono o indirizzo postale
  • Dettagli della domanda/ del reclamo, insieme ai nomi degli operatori Ryanair con cui hai parlato.

 

Come richiedere il rimborso Ryanair Covid

  • Tramite il servizio ChatBot di Ryanair, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • Chiamando il servizio clienti al +39 0230560007, attivo dal lunedì al sabato dalle 8 alle 17 e la domenica dalle 9 alle 16. Ricorda che la compagnia può applicare tariffe aggiuntive per il cambio volo o per le telefonate da mobile.
  • Inviando un reclamo online
  • Inoltrando un reclamo in forma scritta a: Ryanair Customer Service Department, PO Box 11451, Swords. Co. Dublin – Ireland.

 

Ricorda

Per provare l’avvenuta richiesta di rimborso Covid Ryanair in caso di contenzioso, ti consigliamo di inviare il tuo reclamo esclusivamente in forma scritta tramite raccomandata A/R.

Se scegli canali differenti, premurati di conservare gli screenshot delle conversazioni (nel caso della chat), oppure il codice dell’operatore con cui hai parlato e quello della pratica da te avviata (nel caso del call center).