Hai delle bollette Telecom non pagate e non sai cosa ti aspetta? Hai ricevuto un sollecito dal recupero crediti per mancato pagamento di bolletta Telecom-Tim?

Leggendo questo articolo scoprirai:

  • cosa succede se la bolletta Telecom non è pagata e come difenderti dal recupero crediti Telecom
  • quando la bolletta Telecom è scaduta (prescrizione)
  • come non pagare le bollette Tim – Telecom arretrate se contengono addebiti non dovuti
  • come far ripristinare la tua linea telefonica se è stata sospesa perché la tua bolletta Telecom non è pagata o è stata pagata in ritardo.
INDICE

Cosa succede se la bolletta Telecom-Tim non è pagata?

Ogni volta che firmi un contratto di telefonia, internet o pay-tv ti impegni a ricevere un servizio in cambio di un corrispettivo economico da erogare secondo quanto stabilito. Le bollette o fatture Tim, dunque, devono essere saldate nel rispetto del contratto.

Accade spesso, però, che di ritrovarsi con delle bollette Telecom-Tim non pagate per:

  • dimenticanza
  • difficoltà economiche temporanee
  • addebiti non dovuti presenti in fattura che non corrispondono a quanto pattuito sul contratto.

Se si tratta di una singola bolletta Telecom non pagata, non preoccuparti: in quella successiva la compagnia telefonica ti ricorderà di saldare anche quella precedente senza alcun costo ulteriore.

Se invece le bollette Tim mai pagate sono diverse, il discorso cambia. Tim potrebbe decidere di sospendere il servizio, previo preavviso. Per legge, però, dovrà ripristinarlo entro 3 giorni non appena avrai saldato il conto.

Inoltre la compagnia potrebbe inviarti un sollecito al pagamento e vendere il credito a un’agenzia di recupero crediti che tenterà in tutti i modi di recuperare le somme.

La tua bolletta Telecom è stata pagata in ritardo e la tua linea telefonica è ancora sospesa? Contattaci per ripristinarla. Ci attiveremo presso l’Agcom con un provvedimento d’urgenza e obbligheremo Tim a provvedere immediatamente, senza alcun costo…perché aiutare i consumatori come te è il nostro mestiere!

La tua linea telefonica è stata sospesa senza preavviso, oppure il servizio ha subìto una limitazione perché non hai pagato una singola bolletta? Anche per questo possiamo esserti d’aiuto: contattaci e risolveremo il tuo problema!

 

Recupero crediti Tim-Telecom: come funziona

Il recupero crediti Tim-Telecom interviene generalmente:

  • quando l’importo delle bollette Telecom-Tim non pagate supera una quota che giustifichi per l’azienda il pagamento dell’agenzia
  • quando l’inadempimento del cliente si protrae nel tempo
  • quando Tim cede il credito all’agenzia che ne diventa titolare e che dunque ha tutto l’interesse di recuperare le somme dovute dal cliente.

In questi casi, l’agenzia prova prima a “stalkerare” l’utente, terrorizzandolo sulle possibili conseguenze del suo mancato pagamento, e poi a rivolgersi al giudice per farsi riconoscere il credito con la procedura del decreto ingiuntivo.

Il decreto ingiuntivo deve per legge esserti notificato: dal momento della notifica avrai 40 giorni di tempo per opporti, dimostrando che le somme che ti vengono richieste non siano dovute. Se non farai opposizione, il decreto diventerà esecutivo e si trasformerà in pignoramento.

Gli studi legali e le aziende che si occupano del recupero crediti bollette Telecom non pagate sono solitamente: Zolva; Fire; Covisian; Telco; Europa factor; Cerved; Studio Federici; Studio Cenci; Studio Gioiosi.

La verità che nessuno ti dice, però, è che quasi tutte le bollette di Tim-Telecom presentano delle anomalie e che tutti i consumatori che ricevono l’ingiunzione al pagamento possono – con  il giusto supporto legale – non pagare alcunché, senza subire il pignoramento!

L’agenzia di recupero crediti ti sta col fiato sul collo? Hai ricevuto un avviso di ingiunzione al pagamento e non sai come comportarti?

Adesso puoi risolvere il tuo problema in modo semplice e gratuito, senza alcun rischio: ti basterà contattarci per annullare tutti gli addebiti Telecom non dovuti!

 

Ricorda

Il decreto ingiuntivo non può includere una bolletta Telecom scaduta, ovvero prescritta. Non ti è stato notificato e l’azienda intende passare al pignoramento senza concederti i 40 giorni per l’opposizione?

Contattaci: faremo valere con forza i tuoi diritti, senza alcun costo!

 

Prescrizione bollette telefoniche Tim – Telecom

Quando una bolletta Telecom è scaduta? Con la legge di Bilancio 2020 la prescrizione delle bollette telefoniche è stata ridotta da quattro a due anni. Telecom ha dunque due anni di tempo per chiederti di saldare il tuo debito. Se farà silenzio in questo intervallo, non potrà più pretenderlo.

Se invece sei vittima di un addebito non dovuto, hai 10 anni per chiedere il tuo rimborso. Hai notato soltanto a posteriori di aver pagato di più di quanto stabilito dal tuo contratto?  Contattaci: ti faremo ottenere il rimborso che ti spetta, immediatamente!

La fattura che hai ricevuto è poco chiara, contiene dei costi per servizi mai richiesti o per l’addebito di una penale per recesso anticipato? Non preoccuparti, chiedi il nostro aiuto gratuito: analizzeremo la tua bolletta e ti faremo pagare soltanto ciò che davvero devi!

 

Lo sapevi che…

Tim-Telecom ti ha fatto pagare una mensilità in più ogni anno cambiando arbitrariamente le modalità di fatturazione? Leggi cosa è successo e chiedi il tuo rimborso adesso, contattandoci!

 

Come contestare la bollette Tim-Telecom non pagate perché non dovute?

Ogni giorno migliaia di clienti Tim-Telecom come te ricevono addebiti non dovuti. Ne sono un valido esempio:

Se questo è ciò che ti è successo e ti ritrovi per giustificato motivo ad avere bollette Telecom-Tim non pagate, contattaci immediatamente e ti diremo in un baleno se:

  • va pagata tutta o in parte
  • se non va pagata
  • se hai diritto addirittura a un rimborso.

Puoi avviare la procedura della contestazione della tua bolletta Telecom:

  • telefonicamente, chiamando il 187 (telefono fisso), il 119 (mobile), il 191 (professionisti) o l’800 191 101 (medie e grandi aziende)
  • online, tramite il portale web del gestore, l’app MyTim, WhatsApp (335 123 7272), le pagine ufficiali di Telecom su Facebook e Twitter
  • in forma scritta, a mezzo pec, fax, raccomandata A/R.

Dopodiché contattaci per far valere i tuoi diritti!