Hai provato a cambiare la tua offerta, ma ti viene imposto il modem fibra Wind Tre?

Vorresti passare dall’Adsl alla Fibra, ma il Gestore non ti permette di farlo senza acquistare il suo router?

Purtroppo, nonostante dal 2018 sia entrata in vigore la legge sul modem libero, i Gestori italiani cercano di imporre ugualmente il modem proprietario, con modi non proprio ortodossi.

Se ti trovi in questa situazione, sappi che ogni tipo di ricorso delle Compagnie Telefoniche è stato bocciato nei tribunali italiani e noi possiamo aiutarti a fare valere i tuoi diritti.

Unione dei Consumatori assiste quotidianamente centinaia di utenti con problemi legati alla telefonia.

Richiedici subito una valutazione del tuo caso, un nostro consulente si prenderà carico del tuo problema e ti aiuterà a:

  • risolverlo in tempi rapidi
  • farti ottenere un risarcimento economico per i disagi subiti.

Leggi le testimonianze di chi ha risolto il problema, affidandosi a noi:

 

📝 CONTATTACI SUBITO!

 

Vediamo come puoi muoverti se il Gestore vuole obbligarti ad acquistare il modem fibra Wind Tre.

 

 

Per passare ad una connessione più veloce è necessario acquistare il modem fibra Wind Tre?

Come abbiamo già accennato, il modem Wind Tre fibra non può essere importo dal Gestore, perché con la delibera 348/18/Cons l’Agcom ha stabilito che ognuno è libero di scegliere il proprio apparecchio indipendentemente dalla Compagnia telefonica con cui ha sottoscritto l’offerta, che si tratti di Adsl o Fibra.

Succede, però, che da quando la Wind e la Tre si sono fuse in un’unica azienda stanno ignorando la delibera e danno la possibilità di ottenere la Fibra solo a chi acquista il loro modem insieme all’abbonamento.

Oltre a violare palesemente la legge, la Wind Tre costringe gli utenti a pagare 6 euro al mese per 48 mesi, con un aumento quindi di 288 euro.

Se accetti di pagare anche il modem puoi proseguire la procedura, altrimenti improvvisamente ti viene detto che la tua zona non è coperta dalla tecnologia Fibra.

Errore? No, scelta dell’azienda. Infatti, guardando il codice del sito Wind Tre è chiaro che il Gestore non verifica la reale copertura della zona in cui richiedi la Fibra, semplicemente se non acquisti anche il modem non ti viene permesso di proseguire la richiesta per l’offerta Fibra.

 

Come reclamare al Gestore

Questo comportamento scorretto e in contrasto con le direttive dell’Agcom viene attuato in primis da Wind Tre, ma molti utenti ci segnalano di aver riscontato la stessa problematica anche con Tim-Telecom, Fastweb, Vodafone, insomma un po’ con tutte le Compagnie Telefoniche operanti in Italia.

In questo caso il primo passo da fare è quello di reclamare. è il modo migliore per farlo è in forma scritta.

Pertanto, potrai inviarlo a WindTre:

Per i clienti consumer e professional:

  • Raccomandata A/R presso CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 Milano (MI)
  • PEC all’indirizzo servizioclienti159@pec.windtre.it

Per i clienti business:

  • Raccomandata A/R presso Wind  Tre S.p.A. – Servizio Clienti 1928 – Casella Postale n. 14155, Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano
  • Raccomandata A/R presso Wind Tre S.p.A. Casella postale 133 00173 Roma Cinecittà
  • Pec agli indirizzi CustomerCareWindTreBusiness@pec.windtre.it – servizioclienti139@pec.windtre

Se dovessi riscontrare problemi nell’invio della PEC, puoi provare a inviarla a windtreitaliaspa@pec.windtre.it

 

Perchè affidarti a noi

In questo contesto, avvalerti di un’associazione come l’Unione dei Consumatori, fatta di esperti e professionisti del settore, può davvero fare la differenza: con noi potrai ottenere ciò che ti spetta per legge e far valere i tuoi diritti.

Quindi, contattaci e ti daremo un aiuto concreto:

  • verificando che tuo reclamo sia scritto in modo corretto e contenga tutte le informazioni utili, per essere veramente efficace
  • dandoti indicazioni su come e a chi inviarlo (se ne sei sprovvisto, scopri il nostro servizio di invio fax e pec gratuito)
  • facendoti ottenere i rimborsi automatici che ti sono stati negati

Inoltre, se il Gestore dovesse rimanere sordo alle tue richieste, ci occuperemo interamente della controversia:

  • prendendoci carico della redazione delle memorie, del deposito dell’istanza e della sua trattazione (udienze ed eventuali rinvii) presso i Co.Re.Com. su conciliaweb
  • facendoti riconoscere quanto ti è realmente dovuto, ossia gli indennizzi economici che ti spettano per i disagi subìti
  • in caso di sospensione del servizio, inoltreremo presso l’Agcom e per tuo conto la richiesta di ripristino del servizio.

A questo punto, scarica il:

📥 RECLAMO WINDTRE
per Business e Privati

  • Compilalo e invialo a Wind secondo le indicazioni che trovi all’interno
  • Ciò fatto, inviacene copia su   telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it   descrivendoci dettagliatamente il tuo problema.

Ci metteremo subito in contatto con te, indicandoti la possibile soluzione e a quanto ammonta l’indennizzo economico che ti spetta per il disagio subìto.

 

Richiedici assistenza

e saremo al tuo fianco!

📝 CONTATTACI SUBITO

Un nostro operatore darà ascolto alle tue richieste e ti fornirà le informazioni di cui hai bisogno.