Adsl lenta: la tua connessione ti crea problemi?

Hai proprio ragione a lamentarti perchè, in effetti, avere una connessione veloce è fondamentale, soprattutto se si paga un servizio che poi non funziona come dovrebbe.

Infatti, nonostante le promesse dei Gestori telefonici, avere una connessione Adsl lenta non è così raro, anzi è piuttosto frequente.

Ecco perchè ti sarà utile leggere questo articolo che, non a caso, ti viene proposto da una Associazione di Consumatori che tratta ogni giorno di problemi legati alla telefonia.

Parlando meglio di questo tipo di disservizio, vederemo come ovviare a una Adsl lenta e far valere le nostre ragioni nei confronti del Gestore, inoltrando correttamente un reclamo.

Col nostro supporto potrai ottenere:

  • una risoluzione veloce del problema;
  • un recesso contrattuale senza penali;
  • un indennizzo economico per i disagi subiti.

Buona lettura …

 

 

Adsl lenta: il Ne.Me.Sys

Al giorno d’oggi, che sia per lavoro o semplicemente per piacere, noi tutti siamo alla ricerca di connessioni veloci e performanti. A questo si aggiunga che siamo sempre connessi; anzi iperconnessi.

Parlando di disservizio Adsl e di Adsl lenta, dobbiamo necessariamente parlare di Ne.Me.Sys.

Cos’è?

Ne.Me.Sys. è uno speed test certificato, ovvero un software messo a disposizione dall’Agcom che misura la qualità delle connessioni della nostra rete fissa.

Questo strumento non misura soltanto la nostra connessione relativa all’Adsl lenta, ma anche le reti in fibra con una determinata velocità di download.

Vediamone le caratteristiche principali:

  • é gratuito;
  • é open source (chiunque può accedere al codice sorgente e volendo può contribuire a migliorarlo);
  • rilascia un certificato, a test eseguito;
  • in presenza di connessione sotto gli standard, conferisce validità al reclamo fatto all’Operatore.

Vantaggi e svantaggi

Unica nota dolente è che fare il test della propria connessione è un processo lungo e le performance della stessa, durante il test, risultano molto scarse.

Ed ancora,  il test – una volta avviato – non può essere interrotto.

Nonostante questi limiti il Ne.Me.Sys. rimane uno strumento insostituibile per far valere le proprie ragioni davanti a un Gestore che – fin troppo spesso – ci promette connessioni iper veloci, solo sulla carta.

Il certificato, quindi, criticità a parte, risulta indispensabile per inoltrare correttamente un reclamo all’Operatore.

Il “nostro” certificato possiede valore legale e serve per contestare al Gestore una connessione Adsl lenta.

Quando può essere utilizzato?

Poichè il certificato ha valore se vengono rispettati determinati parametri, è possibile allegarlo al reclamo nei seguenti casi:

  • quando i valori indicati sono al di sotto di quanto è promesso – nel minimo – dal contratto stipulato con il Gestore;
  • se il certificato non è più vecchio di 15 giorni, dalla data del suo rilascio.

Dalla data di presentazione del reclamo, l’Operatore ha 30 giorni di tempo per rispondere. In caso contrario, scatta una sanzione da parte dell’Agcom a carico del Gestore che è tenuto anche a rispettare le condizioni contrattuali promesse e, quindi, a ripristinare la connessione.

Nel caso in cui  il problema di Adsl lenta persista – e a condizione che sia trascorso un intervallo di almeno 45 giorni dalla data dell’ultima misurazione – è possibile effettuare un secondo test.

Se il problema non dovesse risolversi, ti consigliamo di reclamare formalmente al tuo Gestore.

 

Disservizio Adsl e Adsl lenta: come segnalare al Gestore

Abbiamo parlato del reclamo, ma non abbiamo ancora specificato come questo può essere inoltrato al Gestore.

Per farlo, esistono sostanzialmente due diverse modalità:

  • la segnalazione, attraverso i canali offerti dal nostro Operatore;
  • il reclamo scritto.

Per quanto attiene la prima modalità, una prima segnalazione per Adsl lenta può avvenire attraverso:

  • una telefonata al call center, in questo caso raccomandiamo vivamente a tutti di annotare ora e nominativo / matricola dell’operatore con cui si è parlato;
  • l’apertura di un ticket di segnalazione nell’area utenti / clienti;
  • una comunicazione sulle pagine social ufficiali (Fb, Twitter) conservando in questo caso lo screenshot della schermata.

Esiste però anche una seconda modalità, che a nostro avviso è nettamente più efficace.

Vediamo meglio …

 

Il reclamo scritto

Una forma di reclamo veramente efficace è – per l’appunto – il reclamo scritto.

Scopriamo perchè …

Fermo restando che reclamare perlamentare una Adsl lenta è un preciso obbligo del cliente, questa adempienza offre dei vantaggi:

  • mette a conoscenza ufficialmente il Gestore del disservizio adsl in atto (e questo, come meglio vedremo avanti, è importante ai fini dell’ammontare dell’indennizzo);
  • lo obbliga ad intervenire e a risolvere in tempi brevi il problema in corso.

Se non lo fa – o anche se non risponde al reclamo ricevuto – deve:

  • corrispondere al cliente un indennizzo per mancata risposta al reclamo;
  • concedergli la possibilità di recedere dal vincolo contrattuale, senza pagare penali.

Il reclamo scritto, in ogni caso, è più efficace della segnalazione per i seguenti motivi:

  • consente di riunire in un unico documento tutte le segnalazioni fatte al Gestore, nel tempo;
  • individua una data certa per la valutazione dell’indennizzo;
  • avvia una richiesta ufficiale di risarcimento economico per i disagi subiti.

Un reclamo scritto, per Adsl lenta, può inviarsi nei seguenti modi:

  • a mezzo Pec;
  • a mezzo fax;
  • con raccomandata A/R

 

Adsl lenta: sconti o recesso?

Può verificarsi, ovviamente, che l’Operatore – di fronte al disservizio Adsl – non sia in grado di ripristinare la qualità del servizio venduto.

In questo caso, può svincolarsi, offrendo all’utente due soluzioni diverse:

  • uno sconto in bolletta, a compensazione della minore velocità di connessione erogata;
  • l’opzione del recesso dal contratto, senza penali.

Quest’ultima soluzione discende direttamente da una delibera dell’Agcom che – nel caso di Adsl lenta, quindi in presenza di una inadempienza contrattuale da parte dell’Operatore – non siano addebitabili all’utente i costi di disattivazione del servizio.

Per richiedere l’opzione del recesso dal contratto senza penali, è fondamentale effettuare un secondo test Ne.Me.Sys ed è necessario dare un preavviso di un mese, per recedere.

Ovviamente, per completare l’operazione di recesso, è fondamentale anche fare una comunicazione scritta al proprio Operatore.

 

Disservizio Adsl e Adsl lenta: come possiamo aiutarti

Hai subìto disagi a causa di una connessione Adsl lenta e desideri inoltrare un reclamo al tuo Gestore?

Richiedi il nostro supporto ed otterrai una serie di indicazioni utili per:

  • risolvere in breve tempo il problema;
  • recedere dal contratto senza pagare penali;
  • ottenere un indennizzo economico, realmente commisurato al disagio subito.

Per fare ciò, segui queste semplici istruzioni:

  • Scarica il modulo di reclamo;
  • Compilalo in tutte le sue parti, inserendo data e firma;
  • Scansionalo e invialo al tuo Gestore, scegliendo una delle modalità indicate all’interno dello stesso;
  • Inviacene copia, unitamente alla prova della ricevuta di invio, su: telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it.

Pe ulteriori  informazioni contattaci, attraverso il nostro form di contatto o invia un messaggio Whatsapp al numero 370 1220734.

Sarai ricontattato in tempi brevi da un nostro consulente che – analizzata la tua segnalazione – ti informerà su cosa è possibile fare per risolvere il tuo problema di Adsl lenta.

Se sei un nostro associato, contattaci allo 091 6190601.