Stai ricontrando problemi portabilità Iliad?

L’Operatore francese non sta rispettando le tempistiche previste per la migrazione o, peggio, quest’ultima non è stata portata a termine?

La procedura di portabilità Iliad è spesso molto insidiosa e per venirti in aiuto ti offriamo il nostro sostegno per:

  • risolvere il problema
  • ottenere un indennizzo per i disagi subiti.

Quindi, se hai provato invano a metterti in contatto con un operatore o se ti hanno promesso di occuparsi del caso e non lo hanno fatto…

Contattaci subito e saremo al tuo fianco!

Chiamaci allo 091 6190601 WhatsApp n. 370 1220734 Inviaci la tua segnalazione

 

Cosa faremo per te

Siamo un’Associazione a tutela dei cittadini e grazie ai nostri avvocati e consulenti specializzati nel settore della Telefonia e delle Pay – Tv facciamo la differenza tra l’agire da soli ed essere rappresentati.

Associandoti:

  • ti forniremo le informazioni di cui necessiti per compilare correttamente il reclamo
  • se lo hai già scritto e devi ancora inviarlo, controlleremo che contenga le informazioni veramente importanti
  • potrai avvalerti del nostro servizio di invio fax e pec gratuito
  • nei casi di sospensione del servizio, ci attiveremo per il suo ripristino urgente
  • ci occuperemo interamente del tuo caso (sia per il deposito dell’istanza che per la sua trattazione presso i Co.Re.Com. o l’Agcom su conciliaweb), sgravandoti da ogni pensiero
  • ti faremo ottenere l’indennizzo economico che ti è dovuto per i disagi subìti

Se vuoi sapere quali sono le criticità nella fase di portabilità, continua a leggere l’articolo.

 

 

Come reclamare il problema

Inviare un reclamo scritto al Gestore, in alternativa alla semplice segnalazione telefonica, è sempre la soluzione migliore.

Questa procedura permette di ricostruire agevolmente i fatti avvenuti, certifica la data di invio del reclamo ed inoltre avvia la richiesta di indennizzo per il disservizio subìto

Il modulo può essere inviato tramite:

  • Fax al numero 02 30377960
  • Pec all’indirizzo iliaditaliaspa@legalmail.it
  • Raccomandata A/R indirizzata a Iliad Italia SpA, CP 14106, 20146 Milano.

Ciò fatto, inviaci una copia del reclamo su telecomunicazioni@unionedeiconsumatori.it e un nostro consulente analizzerà i problemi portabilità Iliad che hai segnalato e ti ricontatterà in breve tempo per comunicarti cosa è possibile fare.

  • Scarica il:

 

Come avviene la portabilità

La procedura di migrazione coinvolge sia il vecchio Operatore (detto cedente) che il nuovo (detto ricevente). Quest’ultimo ha l’obbligo di riceversi il numero e deve comunicarne l’avvenuta acquisizione e la data di passaggio da una rete all’altra.

Il termine previsto per effettuare la portabilità Iliad è fissato in 2 giorni lavorativi ed entro le prime ore del mattino seguente,

Sia nel caso di ritardo che di mancata portabilità, l’indicazione della tempistica è elemento utile ai fini della richiesta di risarcimento.

Quindi, il nostro consiglio è sempre quello di richiedere all’Operatore verso cui si trasferisce il numero, la data precisa nella quale avverrà il passaggio.

 

L’indennizzo automatico

Nella recente delibera n. 347/18/CONS emessa dall’Agcom si regolamenta un aspetto spesso sconosciuto, l’indennizzo automatico. Nello specifico, nei casi di ritardo dell’attivazione del servizio, ritardo nel trasloco dell’utenza, interruzione o sospensione amministrativa erronea, l’Operatore è tenuto a risarcire il cliente in maniera automatica.

Pertanto, decorsi i 45 giorni dalla segnalazione del disservizio o dalla risoluzione dello stesso, il Gestore deve indennizzare l’abbonato mediante accredito sulla prima fattura utile.

Se la somma da corrispondere a titolo di indennizzo è superiore all’importo della fattura, la parte eccedente superiore a 100 euro, viene versato tramite assegno o bonifico bancario, entro i 30 giorni dall’emissione della stessa.

Per le prepagate l’indennizzo viene accreditato sul conto di servizio del cliente, entro 60 giorni dalla segnalazione del disservizio o dalla sua risoluzione. Il corrispettivo accreditato è considerato credito trasferibile e monetizzabile.

Nella circostanza, invece, di cessazione del rapporto contrattuale – antecedente all’emissione della fattura – un indennizzo superiore ai 100 euro può essere corrisposto tramite bonifico bancario o assegno, su espressa richiesta dell’utente.

 


 

Per saperne di più

La normativa che regola la portabilità

La procedura di portabilità è disciplinata dalla delibera n. 147/11/CIR dell’AGCOM (modificata recentemente dalla n. 347/18/CIR) che fissa una serie di misure a tutela dei clienti colpiti da ritardi o problemi nella portabilità del numero.

Come già anticipato, per prevenire problemi di portabilità Iliad la delibera ha previsto una tempistica ridotta che consente agli addetti di rimediare tempestivamente a eventuali malfunzionamenti del processo e limitare i disagi alla clientela.

In caso di disservizio, la richiesta di indennizzo deve essere fatta al nuovo Operatore (recipient): sarà questo, poi, a rivalersi sul vecchio facendosi carico della richiesta del suo nuovo cliente.

Infine, ricorda che la procedura di portabilità è assolutamente gratuita, in quanto l’AGCOM ha espressamente previsto che il cliente non debba vedersi addebitato alcun costo.

Portabilità Iliad: un pò di storia

Visto il successo ottenuto in Francia grazie al ventaglio di offerte a basso costo, il gruppo proprietario di Iliad, Free, ha voluto approfittare delle frequenze liberate nel corso della fusione Wind-Tre per ripropone un modello simile anche in Italia.

Stanchi dei più noti Gestori telefonici italiani, molti utenti hanno chiesto la migrazione a Iliad.

Tuttavia, come tutto sommato è normale, è accaduto che qualche cosa nella richiesta di portabilità Illiad non è andata bene e tra le tante segnalazioni ricevute abbiamo individuato, oltre a ritardi nella procedura di portabilità, anche mancate portabilità con rischio di  perdita del numero telefonico