Introduzione

Fare dei reclami telefonia è necessario per risolvere i problemi creati dagli Operatori.

Se hai bisogno di capire cosa fare, sei nel posto giusto!

Noi di Unione dei Consumatori ti aiuteremo concretamente ad avere ragione contro l’Operatore!

Ti indicheremo come scrivere un reclamo telefonia efficace, risolveremo il tuo problema e ti faremo ottenere un indennizzo economico per il disagio subìto.

CONTATTACI SUBITO

INDICE

Perché non basta una telefonata

Se devi fare dei reclami telefonia, ricorda che la semplice segnalazione telefonica al servizio clienti non sempre basta a tutelarti.

È  molto frequente, infatti, che gli utenti “provino” in prima battuta a rivolgersi al proprio Gestore, telefonando all’operatore del call center per lamentare un problema o un disservizio in atto o un disagio.

Lungi dal voler fare polemica sono note a tutti le difficoltà oggettive che si incontrano nel provare a fare questa “semplice” operazione.

Infatti, quella che dovrebbe essere una immediata procedura, dettata dalla necessità di comunicare al proprio Gestore il problema in atto, si trasforma nella pratica in una vera e propria “Odissea”.

Provando a riassumerla, riportiamo le frasi più frequenti utilizzate dai tanti lettori che lamentano le difficoltà (a volte insormontabili) che incontrano in presenza di un reclamo telefonia:

  • come faccio a parlare con un operatore
  • mi risponde un operatore virtuale (robot), ma non capisce cosa voglio dire
  • chiamo il call center e nessuno mi risponde
  • alle tante chiamate fatte gli operatori danno risposte sempre diverse, ecc..

Ma, soprattutto – ed è la l’argomento che ci riguarda – lamentano di non trovare traccia della telefonata fatta per reclamare il disservizio.

Questo, come meglio vedremo più avanti, è il vero problema di risolvere!

In ogni caso, riuscito nell’impresa, il cliente riceve:

  • la conferma di presa in carico del reclamo telefonia
  • il contestuale impegno di una risoluzione tempestiva del problema

In presenza di tanta disponibilità non rimane che fidarsi (ed affidarsi) alle parole dell’operatore del servizio clienti.

Ma, a parte le promesse, il problema verrà davvero risolto in pochi giorni?

Ed ancora, anche in presenza di un corretto modus operandi dell’operatore che trasmetterà a chi di dovere la segnalazione fatta, il cliente riceverà l’indennizzo automatico che gli è dovuto per il disagio che ha subìto?

Ecco perché è utile conoscere cos’altro si può fare per tutelare i propri diritti.

 

 

 

Come fare dei reclami telefonia corretti

Come abbiamo visto, anche a seguito di una segnalazione telefonica tempestiva,  nella pratica, può avvenire che questa non sortisca gli effetti sperati.

Cosa fare allora per  rimediare?

Come fare dei reclami telefonia correttamente?

La soluzione è il reclamo in forma scritta tramite PEC, FAX, Raccomandata A/R, che compensa le lacune del reclamo telefonico.

Ciò, perché:

  • consente una descrizione dettagliata dei fatti e delle cause che hanno determinato il problema/disservizio
  • riunisce in un unico documento tutte le segnalazioni fatte nel tempo
  • dà certezza della presa in carico della segnalazione, grazie a una data incontestabile di inoltro e di ricezione
  • avvia ufficialmente una richiesta di indennizzo economico per i disagi subiti

In definitiva, questa modalità, rispetto al reclamo telefonico, rappresenta il modo più efficace per far valere i propri diritti ed ottenere un risarcimento.

Vediamo qui di seguito cosa scrivere nel reclamo telefonia.

 

Lo sapevi che…

Puoi fare dei reclami telefonia aprendo un ticket di assistenza all’interno dell’area clienti del sito ufficiale o sull’App mobile.

Diversamente puoi inviare un messaggio su whatsapp o sulle pagine sociale (Facebook o Twitter).

Ricorda che è opportuno conservare gli screenshot delle conversazioni in quanto potrebbero esserti utili in caso di controversia.

 

Come scrivere un reclamo telefonia vincente

In teoria, per reclamare basterebbe una semplice lettera di reclamo in carta bianca, purché firmata, datata e nella quale siano riportati i motivi della segnalazione effettuata.

In realtà, l’invio di un reclamo telefonico scritto secondo una procedura guidata che indichi tutti gli elementi da inserire, rappresenta la soluzione migliore.

Quindi, nonostante redigere un reclamo possa sembrare un’operazione semplice si tratta di un’azione importante e complessa, poiché deve riassumere in modo corretto ed esaustivo fatti e circostanze.

Per scrivere dei reclami telefonia veramente efficaci, bisogna seguire alcune regole:

  • specifica nell’oggetto del reclamo la richiesta o lamentela
  • indica le generalità complete (Nome e cognome, Codice Fiscale, codice cliente, ubicazione dell’utenza, domicilio fiscale)
  • inserisci un numero valido per essere ricontatto
  • descrivi dettagliatamente il problema e con chiarezza
  • fai riferimento ai tempi di risoluzione previsti dalla carta dei servizi e avanza  una richiesta economica congrua e in linea con gli indennizzi automatici
  • richiedi al Gestore una risposta al reclamo entro 45 gg dall’invio del reclamo
  • indica luogo e data del reclamo
  • allega un documento d’identità valido
  • apponi, infine, una firma leggibile

Solo così, il tuo reclamo telefonia sarà veramente vincente.

Scarica quindi il nostro modulo per reclami telefonia precompilato, che trovi più avanti in documenti e allegati.

 

Ricorda

Inviato il reclamo, il Gestore dovrà risponderti entro 45 giorni con la stessa modalità che hai utilizzato tu (quindi per iscritto).

Se per qualche motivo dovesse farlo oltre la tempistica prevista o in maniera generica, con frasi stereotipate o risposte evasive, dovrà riconoscerti anche un indennizzo economico di 2,50 € per ogni giorno di ritardo, fino ad un massimo di 300 €.