Un viaggio aereo, che sia di piacere o di lavoro può trasformarsi in un vero e proprio incubo a causa di un negato imbarco. Tale grave disagio, per fortuna, può essere mitigato dalla possibilità di ottenere un rimborso per overbooking.

Se sei arrivato qui, probabilmente sarà capitato anche a te e per questo ti sarà utile conoscere le procedure per richiedere il tuo rimborso.

Vediamo, pertanto, in cosa consiste il negato imbarco e come ottenere il rimborso per overbooking grazie al nostro supporto.

rimborso per overbooking

Rimborso per overbooking: di cosa si tratta

Il numero di prenotazioni in esubero, causa scatenante dell’overbooking, dipende dal fatto che le Compagnie aeree – per evitare di perdere introiti a causa di un numero inferiore di passeggeri imbarcati, vendono più biglietti rispetto ai posti realmente disponibili.

Queste prenotazioni in eccesso vengono fatte sulla base di statistiche relative agli imbarchi effettivi. Nella pratica, però, tali dati non sempre ritrovano riscontro esatto con quanto avviene in realtà.

Il fenomeno riguarda tutte le Compagnie, sia per i voli di linea che per i charter.

Per quanto detto sopra, non è raro quindi che il passeggero si trovi a “rimanere a terra” per un negato imbarco.

Certo, vedere svanire i propri piani di viaggio per colpa della Compagnia può essere motivo di ira, ma è meglio tenere i nervi saldi perché esistono due soluzioni: rimborso per overbookingura

  • la prima prevede che la Compagnia aerea trovi qualcuno disposto volontariamente a rinunciare al volo, consentendo al passeggero di riappropriarsi del posto prenotato;
  • la seconda prevede una serie di tutele specifiche di riprotezione del volo e di natura economica.

rimborso per overbooking

Rimborso per overbooking: in quale misura è previsto

Per far valere il proprio diritti – tra cui il rimborso per overbooking – bisogna tenere a mente che esiste una Carta dei diritti del passeggero a cui fare riferimento in caso di disservizio.

Tali diritti, è bene precisare, non dipendono né dal tipo di volo che si è scelto o prenotato né dal costo del biglietto, ma sono previsti e tutelati dalla legge. rimborso per overbooking

Il rimborso per overbooking è commisurato alla distanza delle tratte chilometriche:

  • fino a 1500 km,  250 euro;
  • da 1500 km a 3500 km, 400 euro;
  • superiore ai 3500 km, 600 euro.

Un altro parametro da considerare riguarda i voli internazionali oppure comunitari. Inoltre influisce su rimborso per overbooking l’eventuale ricollocazione su volo alternativo o l’accettazione di volare in una categoria inferiore. In questi casi le percentuali di rimborso vanno a variare.

rimborso per overbooking

Come richiedere un rimborso per overbooking

Come abbiamo visto, i casi sono diversi e molteplici, ma richiedere il rimborso per overbooking rappresenta una soluzione al problema di imbarco negato.

Data la frequenza di questo disservizio, è importante per il passeggero sapere come tutelarsi.

Rivolgiti a noi per ottenere una valutazione del caso, un’assistenza gratuita e, soprattutto, il rimborso del 100% del costo del biglietto o l’eventuale risarcimento che ti spetta per legge.

Segui queste semplici istruzioni:

  • scarica il modulo di reclamo adatto al tuo caso;
  • compilalo e apponi data e firma;
  • Invialo a noi su rimborsovoloaereo@unionedeiconsumatori.it.

Per ottenere maggiori informazioni, invia un messaggio dal nostro form di contatto.

Verrai ricontattato in breve tempo da un nostro consulente.

Se preferisci, puoi contattarci al numero 091 61 90 601.