Ritardo portabilità Vodafone: un problema diffuso che genera notevoli disagi.

In molti hanno deciso di cambiare Gestore telefonico, ma si sono ritrovati a fare i conti con enormi problemi dovuti al ritardo nella migrazione.

Se fai parte di questa folta schiera, sei nel posto giusto perchè come Associazione di Consumatori – specializzata in Telefonia e Pay-Tv – affrontiamo e risolviamo centinaia di problemi al giorno.

Ne consegue che, vantando una esperienza notevole, riusciamo ad offrire una soluzione per ogni caso. In particolare, col nostro aiuto, potrai:

  • risolvere in breve il problema che ti riguarda;
  • ottenere un risarcimento economico che realmente ti ricompensi del disagio che hai subito.

Vediamo allora quali sono i problemi reali che deve affrontare il consumatore e come può far valere i propri diritti!

Buona lettura …

 

 

I diritti del consumatore nel ritardo portabilità Vodafone

Dato l’ingente numero di segnalazioni relative ai problemi portabilità Vodafone che ci arrivano, riteniamo importante affrontare il problema ed informare i nostri lettori sulle soluzioni possibili per far valere i propri diritti.

Quando il cliente richiede la migrazione di un numero da un Gestore a un altro, è norma di buona di prudenza quella di verificare e analizzare– nel dettaglio – ogni singola clausola contrattuale.

Solo così, difatti, è possibile avere ben chiare le possibilità di tutela che spettano all’utente, nel caso in cui incappi in problemi legati a questo specifico disservizio Vodafone.

La poca trasparenza da parte del Gestore è alla base di molti dei casi che trattiamo e, la stessa, ha fatto sì che molti utenti si sono già rivolti a noi.

Unione dei Consumatori – avvalendosi di professionisti nel settore – riesce concretamente tutelare i consumatori che hanno riscontrato una difficoltà nel ritardo portabilità Vodafone.

 

Il Ritardo portabilità Vodafone: in cosa consiste la migrazione

La portabilità (in inglese mobile numberportability – MNP) è un servizio che permette agli utenti mobile di conservare il proprio numero richiedendo che il servizio venga svolto da un altro Operatore (anch’esso mobile).

All’utente che chiede la portabilità verrà assegnato un numero Vodafone provvisorio (portabilità incondizionata).

Il consumatore potrà, in alternativa, continuare a usare il proprio numero rimanendo con il vecchio Operatore fino al completamento del passaggio a Vodafone (portabilità condizionata).

Il processo di portabilità, solitamente, richiede 2 giorni lavorativi a partire dalla data di richiesta fino all’avvenuto passaggio.

Molto semplicemente, se entro 48 ore la migrazione non dovesse essere avvenuta, vorrà dire che il consumatore sta subendo un ritardo portabilità Vodafone.

In questo caso puoi segnalare il tuo caso a Vodafone inviando un reclamo formale.

 

► SCARICA SUBITO IL TUO RECLAMO VODAFONE ◄

 

Le lamentele dei clienti nel ritardo portabilità Vodafone

Il ritardo portabilità Vodafone è stato uno dei temi caldi degli ultimi mesi, soprattutto agosto: un mese di fuoco per l’Operatore.

Sono tanti i clienti che hanno detto addio a uno dei Gestori telefonici più importanti di sempre e, se non esclusivamente per questo, anche a causa del ritardo portabilità Vodafone.

Il Gestore, infatti, in seguito alle continue segnalazioni sulla portabilità del numero è stato obbligato ad attivare procedure di emergenza per far fronte alla bufera che l’ha travolto.

Dal 3 settembre Vodafone ha iniziato un’operazione di incremento di 3 mila unità degli ordinativi giornalieri. Ciò per smaltire tutte le pratiche accumulate e porre fine alle segnalazioni.

Per non perdere i propri clienti, infatti, Vodafone aveva ristretto il numero di ordinativi giornalieri basandosi, legittimamente, sulla valanga di richieste di portabilità dei mesi precedenti

 

L’indennizzo previsto per il ritardo portabilità Vodafone

Sei incappato anche tu in un ritardo portabilità Vodafone e non sai cosa fare per risolvere la questione?

Non tutti sanno che, all’interno del contratto stipulato con il Gestore, in caso di ritardo portabilità Vodafone, è previsto un indennizzo economico.

Questo viene calcolato in base al numero di giorni di disservizio procurati all’utenza e fa riferimento alla data in cui era fissata e prevista la migrazione.

Trovandosi davanti a queste spiacevoli situazioni, in genere, accade che il consumatore preferisca ovviare ai problemi portabilità Vodafone acquistando una nuova scheda.

Ma perché cercare di allontanare il problema senza risolverlo?

Puoi anche tu diventare un consumatore consapevole seguendo pochi passaggi.

 

Ritardo portabilità Vodafone: cosa possiamo fare per te

Se anche tu hai riscontrato un ritardo portabilità Vodafone, è indispensabile che avvii una procedura ufficiale di protesta.

Potrai farlo in due modi:

  1. inoltrando un prima segnalazione al Gestore secondo una delle modalità indicate dallo stesso (Pec, Area clienti, raccomandata A/R), ovvero;
  2. con un reclamo scritto. Per fare ciò, potrai utilizzare uno dei nostri moduli e seguire la procedura guidata.

Noi di Unione dei Consumatori – poiché spesso la semplice chiamata al call center non è sufficiente per vedere rispettati i propri diritti – consigliamo senza alcun dubbio di seguire la strada dell’invio del reclamo scritto.

Questo offre una serie di vantaggi innegabili:

  • consente di raggruppare in un unico documento tutte le segnalazioni fatte nel tempo;
  • fissa una data certa, sulla quale far convergere altre azioni di tutela;
  • apre ufficialmente una richiesta di indennizzo economico, per i disagi subiti.

Pertanto, segui queste semplici istruzioni e farai valere i tuoi diritti:

Potrai avvalerti del supporto dei nostri esperti, ricevendo una valutazione gratuita del caso e un’assistenza senza costi vivi a tuo carico.

Per ulteriori informazioni, contattaci sul nostro form o invia un messaggio whatsapp al 370 1220734 ed un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo per comunicarti cosa è possibile fare.

Se sei un nostro associato, puoi contattarci al numero dedicato 091 6190601.

 

Per saperne di più...

 

Ritardo portabilità Vodafone: altri casi di disservizio

Oltre al ritardo portabilità Vodafone hai riscontrato altri problemi o altri casi di disservizio?

Quello sulla portabilità rappresenta, certamente, uno dei problemi più frequenti.

In ogni caso, sono tanti i clienti che hanno inviato le proprie segnalazioni per altri casi di disservizio: vediamo quali sono:

 

Ritardo portabilità Vodafone: l’intervento dell’AGCOM

L’AGCOM ha comunicato la necessità di “adottare misure straordinarie per lo smaltimento di tali arretrati” (circa 100.000 SIM).

Il 31 Agosto 2018, l’AGCOM ha tenuto un incontro per affrontare il problema relativo alle richieste di passaggio da Vodafone verso altro operatore (portabilità in uscita) e il conseguente ritardo portabilità Vodafone.

I clienti, ignari del blocco imposto da Vodafone, avevano preso provvedimenti contro altri operatori: il ritardo, però, era causato esclusivamente dal Gestore rosso.

Con la delibera n. 147/11/CIR, l’AGCOM aveva comunicato che qualsiasi Operatore mobile fosse obbligato a mettere a disposizione degli altri operatori “una capacità di evasione giornaliera per le portabilità donating, vale a dire in uscita”.

Il Gestore telefonico è tenuto ad adeguare la propria capacità giornaliera in base alle richieste di mercato e, inoltre, deve comunicare – entro il giorno 10 di ogni mese – il numero medio giornaliero di portabilità in uscita richieste.

A quanto ammonta la soglia di evasione di Vodafone?

Dall’inchiesta svolta da Il Sole 24 Ore, attualmente, pare che si aggiri sulle 33.000 richieste al giorno.